‘Il Banchetto di Babele’: giovani rifugiate in viaggio verso Expo per unire cibo e culture del mondo

Le protagoniste prepareranno un banchetto in cui il cibo, testimone delle speranze e dei ricordi, invita ad assaporare le culture di tutto il mondo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 “Il banchetto di Babele”, un invito a unire il cibo e le culture del mondo è in viaggio verso Expo Milano 2015. La protagoniste della performance, giovani rifugiate provenienti dall’Africa nera, dell’Ucraina e della Serbia, sono partite in treno dalla stazione Termini alle 10.05 di questa mattina. Le ragazze, allieve a Roma nel 2015 del corso di cucina professionale della Fondazione Il Faro di Susanna Agnelli, hanno sfilato con gli abiti di festa dei paesi di origine lungo il Decumano – uno dei due assi principali su cui è costruito il sito di Expo Milano 2015 – per raggiungere lo spazio eventi The Waterstone by Intesa Sanpaolo, location dello spettacolo.

Proprio qui le protagoniste prepareranno un banchetto in cui il cibo, testimone delle speranze e dei ricordi, invita ad assaporare le culture di tutto il mondo.

La regia della performance in scena alle 19.30 e alle 20.30 di oggi è di Artigiani Digitali, un progetto di comunicazione sensibile di Laura Di Pietro e Paolo Damiani.

Leggi qui l’appuntamento di questa sera

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»