Morte Willy, agli indagati 33mila euro di reddito di cittadinanza

I quattro avrebbero "omesso di indicare nelle autocertificazioni compilate, dati dovuti, creandosi in tal modo le condizioni per accedere al beneficio"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Ammonterebbe a circa 33mila euro la somma che i fratelli Marco e Gabriele Bianchi e i coindagati per l’omicidio di Willy Monteiro, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, avrebbero percepito indebitamente come reddito di cittadinanza. Secondo quanto si apprende, i 4 avrebbero “omesso di indicare nelle autocertificazioni compilate, dati dovuti, creandosi in tal modo le condizioni per accedere al beneficio”. Per questo la Guardia di Finanza di Colleferro, dopo una serie di accertamenti, li avrebbe denunciati alla procura di Velletri. In totale, secondo quanto ricostruito dalla Finanza, su 33.075 euro ottenuti dai denunciati ne devono essere recuperati 28.747.

LEGGI ANCHE: FOTO | A Colleferro fiaccolata per Willy: in migliaia lungo le strade

VIDEO | Colleferro, Black Lives Matter-Usa per Willy: “Basta odio”

Omicidio Colleferro, il garante dei detenuti: “I fratelli Bianchi? Richiesta di isolamento fondata”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»