‘Lockdown all’italiana’, il film di Vanzina scatena la polemica sui social

Nelle sale dal 15 ottobre. Storia di due coppie che stanno per lasciarsi, ma saranno obbligate a passare la quarantena insieme
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Enrico Vanzina firma una commedia sulla quarantena a cui siamo stati costretti dall’emergenza Covid e sul web impazza la polemica. Il film si chiama ‘Lockdown all’italiana’ e nel cast troviamo Ezio Greggio, Ricky Memphis, Paola Minaccioni e Martina Stella. La storia è quella di due coppie che stanno per lasciarsi, ma a causa del lockdown sono costrette a vivere forzatamente sotto lo stesso tetto. “Ma non vi vergognate neanche un po’?”, scrive un utente su Twitter riferendosi a Medusa, che si occupa della distribuzione del film. “#LockdownAllItaliana in effetti non bastavano più di 35 mila morti, il lavoro e un’economia distrutta per ricordarci quali e quanti disastri ha fatto questo maledetto virus. Ci voleva anche l’ennesima cialtronata di Vanzina a farci capire che non se ne sentiva la necessità”, scrive un secondo. Nell’occhio del ciclone anche il cast. “Martina Stella a 40 anni ancora si fa pagare per fare la ragazzina con ormoni adolescenziali, Ezio Greggio che a 100 anni ancora pensa di far ridere facendo la parte del vecchio che se la fa con la ragazzina I film italiani che rovinano il cinema italiano. #LockdownAllItaliana”, si legge in un terzo tweet. In molti, inoltre, hanno postato foto dei medici impegnati nell’emergenza Covid, per ricordare chi si è sacrificato in un momento così difficile, gridando vergogna.

#LockdownAllItaliana A parte il chiedersi come e quando hanno trovato il tempo di girarlo, montarlo e farne la post produzione… Ma non vi vergognate neanche un po’? Di tutte le persone che lavorano a Medusa, a nessuno è venuto in mente che stavate a fare una stronzata?

— CommentoSolo (@CommentoSolo) September 17, 2020

#LockdownAllItaliana in effetti non bastavano più di 35 mila morti, il lavoro e un’economia distrutta per ricordarci quali e quanti disastri ha fatto questo maledetto virus. Ci voleva anche l’ennesima cialtronata di Vanzina a farci capire che non se ne sentiva la necessità…….

— Roberta Perani (@robertabg72) September 17, 2020

Martina Stella a 40 anni ancora si fa pagare per fare la ragazzina con ormoni adolescenziali, Ezio Greggio che a 100 anni ancora pensa di far ridere facendo la parte del vecchio che se la fa con la ragazzina
I film italiani che rovinano il cinema italiano.#LockdownAllItaliana

— Jay (@_SpaceJay___) September 17, 2020

E niente, fatevi schifo

#LockdownAllItaliana pic.twitter.com/XHvzbbuxMU

— Chila Vista (@iosultuitter) September 17, 2020

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»