Cuba senza benzina contro Trump: “Volontà genocida”

L'emergenza carburante all'Avana dopo le sanzioni imposte da Trump sta mettendo in difficoltà milioni di famiglie
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le sanzioni imposte dagli Stati Uniti nei confronti di Cuba stanno causando un’emergenza carburante e mettendo in difficoltà milioni di famiglie: lo ha denunciato il ministro degli Esteri dell’Avana, Bruno Rodriguez, accusando Washington di volontà “genocida”. Secondo Ridriguez, “impedire le consegne di carburante è un atto che colpisce il popolo e crea difficoltà che ogni famiglia cubana sta già sperimentando”.

La settimana scorsa il presidente Miguel Diaz-Canel aveva annunciato una serie di misure volte ad affrontare l’emergenza. Tra queste la riduzione della produzione da parte di alcune aziende statali. La pressione americana nei confronti di Cuba è tornata a crescere con l’entrata in carica di Donald Trump, dopo le aperture che avevano segnato l’amministrazione di Barack Obama.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

17 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»