Whirlpool annuncia la cessione del ramo d’azienda per Napoli, i lavoratori protestano

Il tavolo al Mise. Fuori i manifestanti chiedono ai sindacati di abbandonare la trattativa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

“Domani avvieremo il procedimento di cessione ramo d’azienda“. Lo annuncia l’ad di Whirlpool Italia Luigi La Morgia al tavolo al MiSE parlando dello stabilimento di Napoli, secondo quanto riferiscono fonti sindacali. Per l’azienda un “nuovo partner, Prs, è unica soluzione per lo stabilimento” campano.

I lavoratori della Whirlpool di Napoli in presidio al MiSE, appresa la notizia che l’azienda intende avviare da domani la cessione del ramo d’azienda per Napoli, invitano i sindacati a lasciare il tavolo in corso: “Scendete, scendete”, urlano gli operai.

“L’avvio della procedura è offensiva, prevederebbe il confronto tra le parti, ma non mi sembra ne abbiate intenzione. Vi invito ad avere rispetto per i lavoratori”. Lo dice Barbara Tibaldi, segretaria nazionale della Fiom, al tavolo al MiSE sul futuro dello stabilimento di Napoli di Whirlpool, rivolgendosi all’azienda che ha annunciato la cessione del ramo d’azienda. La sindacalista ricorda che “c’è un accordo, quello del 25 ottobre 2018, da rispettare”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

17 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»