Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il ‘poeta’ della musica italiana Mogol compie 85 anni

Imagoeconomica_Giulio Rapetti Mogol
Da Battisti a Mina, passando per Celentano, Cocciante, Patty Pravo e Mia Martini, ha scritto testi per le voci più importanti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Giulio Rapetti, in arte Mogol, compie oggi 85 anni. Da ‘Perdono’ di Caterina Caselli a ‘Un’avventura’, ‘La canzone del sole’ e ‘Il mio canto libero’ di Lucio Battisti, passando a ‘L’arcobaleno’ e ‘L’emozione non ha voce’ di Adriano Celentano, sono tantissime le ‘poesie’ diventate pietre miliari della musica italiana, grazie all’inconfondibile penna del paroliere e direttore della Siae. Celebre soprattutto per il sodalizio con Lucio Battisti, durato dal 1965 al 1980, dagli Anni 60 ad oggi Mogol ha scritto testi per i più grandi artisti italiani, tra cui Riccardo Cocciante, Caterina Caselli, Patty Pravo, Mango e Mia Martini. Basti pensare che la prima canzone la scrisse nientemeno che per Mina (‘Briciole di baci’, 1960). Il successo però arriva l’anno seguente quando il brano ‘Al di là’, interpretato da Luciano Tajoli e Betty Curtis, vince il Festival di Sanremo catalizzando l’attenzione delle case discografiche. Inizia così la serie di successi firmata Mogol, tra cui ‘Uno per tutte’, cantata da Tony Renis, e ‘Se piangi se ridi’ composta insieme a Bobby Solo, che segnano altre due vittorie all’Ariston, nel 1963 e 1965.

“L’uomo è anche meglio dell’artista. È buono, gentile e generoso. Non eccelle solo nello scrivere canzoni. Scrive poesie, si occupa di medicina, ha mille idee. Un vulcano. Grazie caro Giulio. Ti vogliamo tanto bene”, ha dichiarato Gaetano Blandini, direttore generale Siae, augurando buon compleanno a Mogol.

LEGGI ANCHE: Mogol ospite della rassegna ‘Vivo Verde’ a Courmayeur

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»