Ancora maltempo al Nord, martedì allerta gialla in 5 regioni

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il sistema perturbato di origine atlantica che ha già determinato sulle regioni settentrionali tempo instabile, continuerà ad esercitare la sua influenza anche nella giornata di domani, determinando precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, che localmente potranno risultare di forte intensità. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello di ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (http://www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dal primo mattino di domani, martedì 18 agosto il persistere di precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Toscana. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni in atto e previsti, è stata valutata per domani, martedì 18 agosto, allerta gialla per temporali e rischio idrogeologico su Toscana, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto e Lombardia nord-orientale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»