Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La scissione spaventa, il Pd dell’Emilia Romagna avvisa Calenda: “L’avversario è Salvini”

E' il segretario regionale del Pd dell'Emilia-Romagna, Paolo Calvano, a lanciare un messaggio anti-scissione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Lo strappo minacciato da Carlo Calenda torna ad allarmare il Pd dell’Emilia-Romagna, proiettato verso il voto regionale tra l’autunno e l’inizio dell’inverno.

LEGGI ANCHE: Calenda: “Se il Pd apre al M5S fondo un nuovo partito. Renzi? Ha perso la faccia”

E’ il segretario regionale dei democratici Paolo Calvano, pur senza citare direttamente l’ex ministro ora europarlamentare (fu capolista per Pd e Siamo europei proprio nel nordest), a lanciare un messaggio anti-scissione.

“Nel Pd- scrive Calvano sui social- sono stato alcune volte in maggioranza, altre volte in minoranza. Ci sono state scelte di cui sono stato un convinto sostenitore, altre che ho interiormente criticato, ma pubblicamente rispettato. Quando dominava un approccio socialdemocratico ho sempre detto a chi si sentiva più liberale che non doveva sentirsi ospite. Quando dominava un approccio più liberale ho provato a spiegare che comunque nessuno doveva pensare di andarsene”.

Oggi, ricorda poi Calvano, “dall’altra parte c’è Salvini e una delle destre più becere che la mia generazione abbia mai incontrato. Questa e tante altre sono ragioni per le quali vale la pena rilanciare il Pd, lavorare tutti per trovare unita’ d’intenti e non metterlo continuamente in discussione a seconda del momento”, conclude ancora il segretario regionale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»