Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Sondaggio Dire-Tecnè: Draghi il politico più apprezzato, fiducia nel governo al 55%

draghi imagoeconomica
Ecco il borsino dei leader e del governo di Monitor Italia, il sondaggio settimanale dell'Agenzia Dire in collaborazione con l'istituto Tecnè
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Mario Draghi è saldamente il leader politico più apprezzato dagli italiani e anche questa settimana aumenta il proprio consenso. Bene anche Giorgia Meloni, seconda in questa graduatoria mentre Giuseppe Conte, terzo, è quello che nell’ultima settimana accusa la flessione maggiore (-0,4%). E’ quanto emerge da Monitor Italia, il sondaggio realizzato da Tecnè con Agenzia Dire, con interviste effettuate il 16 luglio su un campione di mille casi.

Draghi è primo col 65,4%, +0,3% rispetto all’ultima rilevazione di sette giorni fa. Quindi Meloni col 44% (+0,1) e Conte col 38,1%. Piccole modifiche sotto al podio: Salvini 32,4% (-0,1%), Letta 30,4% (+0,1%), Berlusconi stabile al 29,4%, Speranza 24,3% (+0,2%), Calenda 19,1% (+0,1%), Bonino 18,4% (-0,1%), Renzi 10% (+0,1%).

LEGGI ANCHE: Sondaggio Dire-Tecnè: Meloni allunga su Salvini, Fdi sempre più primo partito

PER 65,4% ITALIANI GIUDIZIO POSITIVO SU DRAGHI

Gli italiani continuano ad avere un giudizio sempre più positivo di Mario Draghi. Anche questa settimana, per l’undicesima settimana consecutiva, l’ex presidente della BCE aumenta il proprio consenso, ora al 65,4%. Il trend è positivo dal 30 aprile, giorno in cui il consenso toccò il punto più basso (51,7%), da allora undici settimane di ripresa fino al 65,4% attuale, ampiamente più alto del 61% con cui esordì il 13 febbraio.

55% ITALIANI HA FIDUCIA IN GOVERNO DRAGHI, IN LIEVE CALO

Leggero calo (-0,2%), dopo otto settimane di incremento, del giudizio positivo degli italiani sul governo Draghi. Ad averlo, ora, è il 55% dei nostri connazionali. E’ quanto emerge da Monitor Italia, il sondaggio realizzato da Tecnè con Agenzia Dire, con interviste effettuate il 16 luglio su un campione di mille casi.

Dal 14 maggio l’esecutivo Draghi godeva di un giudizio sempre più positivo, passando dal 45,1% al 55,2% della scorsa settimana. Ora questa lieve flessione. Il governo Draghi aveva esordito col 58,4% dei giudizi positivi il 13 febbraio e la settimana successiva toccava l’apice col 59%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»