Al ristorante in taxi? La corsa d’andata è gratis

E' questo il cuore della convenzione sottoscritta tra il 4390 Taxi Firenze e l'associazione Ristoratori Toscana per riavere a bordo e al tavolo qualche cliente in piu' in un momento di crisi per i due settori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – Al ristorante in taxi con il viaggio di andata praticamente gratuito. E’ questo il cuore della convenzione sottoscritta tra il 4390 Taxi Firenze e l’associazione Ristoratori Toscana per riavere a bordo e al tavolo qualche cliente in piu’ in un momento di crisi per i due settori. Da domani utilizzando i taxi del 4390, i fiorentini potranno andare a pranzo o a cena in uno dei ristoranti associati a Ristoratori Toscana a Firenze ad un prezzo fisso: 10 euro indipendentemente dai passeggeri. Esibendo al ristoratore la ricevuta del taxi, il cliente avra’ uno sconto di 5 euro. Se anche per il ritorno il cliente decidera’ di prendere un taxi 4390, il tassista applichera’ altri 5 euro di sconto sulla corsa.

“Di fatto, dunque, lo sconto totale, tra i 5 euro del ristoratore e i 5 del tassista, sara’ di 10 euro, pari all’importo del viaggio di andata, con la prima corsa che, di fatto, sara’ gratuita”, spiegano i promotori dell’intesa.
“E’ un accordo importantissimo, che viene sottoscritto in una fase straordinaria. Abbiamo deciso di rispondere all’accorato appello che i ristoratori ci hanno rivolto, visto il grave momento di crisi che colpisce loro e anche la nostra categoria, che sta lavorando con perdite di fatturato superiori al 70% rispetto al periodo pre-covid”, dichiara il presidente del 4390 Taxi Firenze, Luca Tani.
“Stiamo facendo tutto il possibile per sostenere la nostra categoria. Martedi’ scorso siamo stati a Roma, davanti a Montecitorio, per un presidio. Andremo avanti con la mobilitazione a tutela dei ristoratori, tenendo anche in forte considerazione l’esigenza di una citta’ che e’ stata messa in ginocchio dalla pandemia e cercando l’unione di tutte le categorie per fare il bene di Firenze, sottolinea Pasquale Naccari, presidente associazione Ristoratori Toscana.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»