Jova Beach Party, dopo il no di Vasto si fa avanti Pescara

L'area è già stata individuata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PESCARA – “Sono a lavoro da ieri per verificare la possibilità di far svolgere il concerto di Jovanotti a Pescara”. Centrosinistra e centrodestra sono d’accordo. La dichiarazione, oggi, è dell’assessore al Turismo del Comune di Pescara, Alfredo Cremonese (FDI), che arriva dopo quella avanzata ieri da i consiglieri del Pd Marinella Sclocco, Mirko Frattarelli, Francesco Pagnanelli e Giovanni Di Iacovo. A rischio, infatti, la tappa di Vasto, già annullata dal Prefetto di Chieti per ragioni di ordine pubblico e sicurezza, ma su cui l’organizzazione del Jova Beach Party si è già messo a disposizione per trovare una soluzione. Se così non fosse, Pescara potrebbe essere la soluzione. “Sentito il sindaco Carlo Masci – spiega Cremonese – mi sono attivato per vagliare tutte le concrete opportunità per portare il Jova Beach Party a Pescara. L’area è già stata individuata, ma occorrono tutta una serie di controlli ed accertamenti per rilevare la reale fattibilità. Entro la giornata di oggi, svolgerò degli incontri in merito, auspicando di riuscire a raggiungere un obiettivo atteso da molti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

17 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»