VIDEO | Russiagate, Delrio: “Salvini umilia la Camera, occupiamo la Commissione”

No di Salvini a informativa, Fico scrive a Fraccaro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Pd, Leu e + Europa ieri nel corso della capigruppo della Camera hanno ribadito la richiesta di informativa al ministro dell’Interno sui fondi russi, già inoltrata dal presidente Roberto Fico lunedì al ministro Fraccaro. Dal momento che non è emersa la disponibilità di Matteo Salvini, che non ha risposto ad un primo invito informale di Fraccaro, informato per le vie brevi da Fico, il presidente della Camera si è riservato di inviare una lettera al ministro per i rapporti con il parlamento Riccardo Fraccaro per mettere nero su bianco questa richiesta.

LEGGI ANCHE 

VIDEO | Russiagate, Salvini non risponde? Il deputato del Pd interviene in russo

 

In conferenza dei capigruppo di Montecitorio il Pd è insorto. Il presidente della commissione affari costituzionali Giuseppe Brescia è stato quindi costretto a sospendere la seduta dopo che i componenti del Partito Democratico, come anticipato al termine della conferenza dei capigruppo, hanno protestato per l’annunciato rifiuto di Matteo Salvini di riferire in aula sul Russiagate. Il capogruppo Graziano Delrio ha preso la parola anche in commissione per annunciare che il Pd d’ora in poi e fino a quando Salvini non si presentera’ nell’emiciclo occupera’ i banchi della commissione a cominciare dalla presidenza. Detto fatto. Brescia ha intimato di allontanare i deputati dem, ricorrendo all’aiuto dei commessi. Non riuscendovi, e’ stato costretto a sospendere la seduta. Quello che è successo è di “una gravità inaudita. Salvini umilia il Parlamento e se la Camera si fa trattare così non ha senso farla funzionare. Il Pd occuperà la Commissione Affari costituzionali finché il ministro Salvini non si degnerà di dare una risposta”. Così il presidente dei deputati Pd, Graziano Delrio, al termine della capigruppo che ha chiesto a Salvoni una informativa sui fondi russi.

Visto il perdurare dell’occupazione il presidente della commissione affari costituzionali Giuseppe Brescia e’ stato costretto a chiudere la seduta. La commissione si aggiorna a oggi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

17 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»