Roma, arrestato padre-orco: violentava la figlia di 10 anni

L'operazione è stata condotta dalla Polizia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La Quarta sezione della Squadra Mobile di Roma, specializzata nel contrasto ai delitti di violenza sessuale contro le donne, i minori e le fasce vulnerabili, coordinata dalla locale Procura ha eseguito la misura della custodia cautelare in carcere nei confronti di R.B., accusato di gravi abusi sessuali nei confronti della figlia di 10 anni.

I gravi abusi denunciati in danno della bambina hanno trovato riscontro nell’attività investigativa, che si è avvalsa non soltanto delle dichiarazioni assunte – in forma protetta – dalla giovanissima vittima, ma anche di acquisizione di documentazione sanitaria e delle dichiarazioni rese da testimoni, vicini alla bambina.

La misura è stata eseguita con la partecipazione di personale del Compartimento di Polizia Postale Lazio, con il quale si è proceduto al sequestro di materiale informatico, utile ai fini della prosecuzione delle indagini.

Le misure cautelari

La Sezione specializzata della Squadra Mobile, da anni è costantemente impegnata nella repressione dei reati di violenza sessuale, maltrattamenti e stalking, ed ha svolto numerose indagini coordinate dai magistrati del gruppo specializzato istituito presso la procura di Roma, che costituisce un punto di riferimento ed un modello per il contrasto alla violenza di genere come è dimostrato dalle numerose misure cautelari eseguite ogni anno, ed in particolare: 40 nel 2015, 30 nel 2016 e 11 nell’anno in corso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»