Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Fede ’n’ Marlen, quando la forza della musica è nelle sottrazioni

ROMA – Più togli orpelli,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Fede'n' Marlen by Laura Stanca Ph. 1ROMA – Più togli orpelli, più riduci all’essenziale, più la musica riesce a dare emozioni. Di quelle che ti arrivano direttamente al cuore, allo stomaco. È questo il caso del duo Fede ‘n’ Marlen. Giovani donne, bravissime, in grado di riempire lo spazio che le ospita con solo voce e chitarra. In alcuni casi, con la fisarmonica.

Fede ’n’ Marlen, aspettando Mandorle

Napoli, Granada, Buenos Aires, Rione Sanità. Da questi luoghi nascono i suoni che nel 2013 danno vita al sodalizio tra le due cantautrici Fede ‘n’ Marlen, Federica Ottombrino e Marilena Vitale, due ragazze napoletane che si incontrano e scoprono un mondo in comune, che insieme possono creare canzoni e dare respiro alle loro emozioni. Inizia così un percorso musicale che le porterà alla realizzazione di due EP intitolati “Stalattiti” e “Stalattiti live”. Attualmente al lavoro per il completamento del loro primo LP intitolato “Mandorle” su etichetta Europhone Records/Veloce Entertainment, prodotto da Jerry de Concilio con la produzione artistica e gli arrangiamenti di Arcangelo Michele Caso.

Nel loro bagaglio di influenze sonore e formazione musicale scoviamo la musica d’autore, i cantautori sudamericani, magici come Caetano Veloso e Adriana Calcanhotto, l’antica e saggia canzone napoletana, l’amore per gli strumenti acustici e tradizionali, la voglia di parlare ad un mondo che sembra sfuggire alla teoria dell’amore, della bellezza delle cose, della passione per la vita. Con la fine del 2013 comincia lo “Stalattiti Tour” che le porta a suonare in tutta la penisola italiana, in tappe importanti da Milano a Roma fino all’agrigentino, collezionando un attivo di 180 concerti e imponendosi sulla scena napoletana sempre più viva.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»