Sarri alla Juve, de Magistris: “Il romanticismo non esiste più”

"Non dimentico le sue frasi, il movimento che è nato attorno a lui è stato bellissimo, una triade sarrismo, gioia e rivoluzione. Ora delusione e amarezza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI  – “Credo ancora alle favole e continuo ad essere un romantico, perché anche in un calcio travolto da finanza e affari c’è spazio per il romanticismo: quindi non posso che esprimere la mia amarezza e delusione per il passaggio di Maurizio Sarri alla Juventus”. Questo il commento del sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

“Capisco che si è professionisti, ma si può anche scegliere nella vita, in politica come nel calcio. Non dimentico le sue frasi, il movimento che è nato attorno a lui è stato bellissimo, una triade sarrismo, gioia e rivoluzione, ma lui ha fatto un’altra scelta per cui non posso non nascondere delusione e dispiacere. Essere romantici, in ogni aspetto della vita, diventa sempre più raro”, conclude il primo cittadino.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

17 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»