Il genovese Francesco Bocciardo conquista oro e argento agli europei di nuoto paralimpico

Francesco Bocciardo
L'atleta ligure ha già messo al collo due medaglie ma sarà ancora in gara nei 100 e 200 stile libero
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Partenza col botto per il genovese Francesco Bocciardo ai campionati europei di nuoto paralimpico in corso a Funchal, nell’isola di Madeira, in Portogallo. Ieri, nella giornata inaugurale, l’atleta si è messo al collo la medaglia d’oro nei 50 metri stile libero categoria S5 e quella d’argento nei 100 rana SB4. Ma l’europeo di Bocciardo non finisce qui: sarà ancora in gara nei 100 e 200 stile libero classe S5.

Le congratulazioni di tutta la Liguria al nostro atleta Francesco Bocciardo, che ha già conquistato un oro e un argento, portando ancora una volta alto il nome della Liguria in Europa e nel mondo”, commentano il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e l’assessore allo Sport, Simona Ferro. Bocciardo, tesserato per le Fiamme Oro, è anche dipendente dell’amministrazione regionale.
“Il suo successo è motivo di grande orgoglio, tanto più dopo un anno così difficile in cui Francesco non ha mai smesso di allenarsi puntando al gradino più alto del podio- proseguono gli esponenti della giunta- le sue medaglie sono anche di ispirazione per tanti ragazzi con disabilità che vogliono cimentarsi nel nuoto o in altre discipline. Ti aspettiamo in Liguria e a Genova per continuare a realizzare insieme tanti progetti per la ripartenza del settore, anche grazie al tuo prezioso lavoro negli uffici dello sport”.

Congratulazioni anche dal consigliere delegato allo sport del Comune di Genova, Stefano Anzalone: “Gli Europei di nuoto paralimpico non potevano iniziare meglio. Quando Francesco, lo scorso 9 maggio, ha ricevuto la bandiera di San Giorgio, aveva detto che si sarebbe impegnato per onorarla e lo ha fatto oltre ogni più rosea aspettativa. L’augurio è che possa ottenere un altro grande risultato nelle altre gare che lo attendono: non vediamo l’ora di poterci complimentare di persona, quando tornerà a casa”.

LEGGI ANCHE: L’ape nera del ponente ligure è un nuovo presidio Slow Food

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»