Voragine nel rione Sanità di Napoli, 13 famiglie sfollate e una persona indagata

Si sta cercando di fare luce su alcuni scavi di sbancamento che erano in corso nell'area per realizzare un'autorimessa e sul ruolo del titolare dei lavori, quasi sicuramente un prestanome
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Una persona risulta indagata a seguito del crollo avvenuto sabato scorso nel rione Sanità di Napoli con una voragine apertasi dopo una forte pioggia che aveva interessato il capoluogo partenopeo. Si indaga su lavori di sbancamento che erano in corso nell’area per realizzare un’autorimessa e sul ruolo del titolare dei lavori, quasi sicuramente un prestanome. Sono 13 le famiglie sfollate dallo scorso weekend, tutti residenti in prossimità della voragine apertasi alla Sanità. Solo il caso ha voluto che interi palazzi non venissero inghiottiti dalla voragine. Si tratta del terzo crollo di vaste proporzioni verificatosi in città nel giro di pochi mesi. Il primo ha interessato un’area dell’ospedale del Mare. Sono in corso attività tecniche per ricostruire le dinamiche del crollo. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»