Fase 2, Raggi: “Segnaletica orizzontale per evitare assembramenti”

La sindaca di Roma lancia l'idea di scritte sull'asfalto per aiutare a mantenere le distanze: sono fatte con vernici atossiche
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La sindaca di Roma Virginia Raggi mostra su facebook alcune delle nuove grafiche che l’amministrazione capitolina sta realizzando in città per far rispettare le distanze di sicurezza. “Possiamo essere vicini anche rispettando le distanze”. È il messaggio che stiamo diffondendo”, dice Raggi, indicando quelle davanti all’ufficio centrale dell’Anagrafe in via Petroselli e nel mercato di via Cola di Rienzo, nel quartiere Prati.


segnaletica roma fase 2

“In questo momento – aggiunge Raggi- è molto importante continuare a mantenere il distanziamento fisico per limitare al massimo il rischio di contagio. È per questo che abbiamo pensato di disegnare queste scritte “droplet”, con vernici atossiche, che ricordano la distanza da tenere in modo semplice ed efficace. Voglio ringraziare il presidente della commissione capitolina Commercio Andrea Coia e la società Jungle che sta realizzando gratuitamente queste scritte. Stiamo cercando di rendere questa ‘Fase 2’ più facile da affrontare per tutti i cittadini. Sono certa che i romani continueranno a comportarsi con responsabilità, come hanno già fatto nella prima fase dell’emergenza”. La sindaca conclude: “In questo momento di ripartenza #NonAbbassiamoLaGuardia per non vanificare tutti gli sforzi compiuti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»