La villa del mafioso? In Veneto diventa un parco giochi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

L’installazione dei nuovi giochi anche per bambini disabili in piazza Albania, nel I Municipio. Il Parco della Resistenza è una delle quattro aree giochi già realizzate grazie al bando Acea per Roma

VENEZIA – La villa di Campolongo Maggiore (Venezia) sequestrata al boss della mafia del Brenta Felice Maniero diventerà un “parco giochi della legalità”. Lo annuncia Cna Veneto, sponsor dell’iniziativa che è stata chiamata Recycle-game, perché le strutture saranno realizzate utilizzando per la maggior parte materiali di recupero. A occuparsi della produzione delle strutture sarà infatti Scrapycle, una startup che mette in comunicazione aziende e pubbliche amministrazioni che producono materiali di scarto con designer e artigiani che li riutilizzano al meglio, e con il FabLab Affari Puliti 3D, che ha la sua sede proprio all’interno della villa un tempo appartenuta a Maniero.

Le giostre saranno realizzate quindi con materiali di recupero assemblati secondo le indicazioni tecniche degli artigiani coinvolti da Cna e tenuti insieme da giunti stampati in 3D. Numerosi saranno i designer coinvolti, che collaboreranno con gli artigiani e incontreranno le scuole del territorio per farsi ispirare dalla fantasia dei ragazzi. Il progetto, che gode del patrocinio del ministero dell’Ambiente e della Regione Veneto, “è una strada importante per guardare al futuro con ottimismo” dichiara Alessandro Conte, presidente Cna Veneto, spiegando che “in un contesto di recupero sociale come questo” è fondamentale “supportare nuovi modi di fare impresa, attenti alla sostenibilità ambientale ed etica del territorio”.

di Fabrizio Tommasini, giornalista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»