fbpx

Tg Scuola, edizione del 17 aprile 2020

TASK FORCE EMERGENZE EDUCATIVE IN ASCOLTO DI STUDENTI, DOCENTI E FAMIGLIE

Quella che stiamo vivendo è un’emergenza diversa dalle altre, che non provoca lacerazioni ma rischia di far emergere problemi irrisolti nei ragazzi e all’interno delle famiglie, diventate terreno di scontri e nervosismi. Per questo l’Istituto di Ortofonologia (IdO) e diregiovani.it hanno messo in atto percorsi di supporto psicologico rivolti a docenti, genitori e studenti, nell’ambito della task force per le emergenze educative promossa dal ministero dell’Istruzione. Se ne è parlato nel corso di un webinar organizzato dall’Ufficio scolastico regionale della Basilicata, con ospite il direttore dell’Istituto di Ortofonologia, Federico Bianchi di Castelbianco.

CORONAVIRUS, L’ESPERTO: “SCUOLA PRONTA A UMANESIMO DIGITALE”

Open data e coronavirus al centro di ‘La scuola non si ferma’, l’appuntamento bisettimanale in diretta sulla pagina Facebook del ministero dell’Istruzione realizzato in collaborazione con diregiovani.it. Ospite della puntata è stato Francesco Paolicelli, in arte Piersoft che, in qualità di consulente open data per la pubblica amministrazione e formatore di coding e making per le scuole, ha tenuto una vera e propria lezione per docenti e studenti sull’uso, a scopi didattici, dei dati cosiddetti aperti.

MATURITÀ, DUE STUDENTESSE: “DIFFICOLTÀ PIÙ EMOTIVA CHE DIDATTICA”

“È come si ci fosse stata tolta una parte di percorso sociale e di crescita personale”. Sono queste le parole che Giulia, studentessa dell’ultimo anno al liceo ‘Flacco’ di Portici, sceglie per raccontare l’ultimo periodo lontano dalla scuola che ha comportato per lei e i suoi compagni un distacco radicale dalla quotidianità scolastica. Una situazione non facile da digerire per chi frequenta l’ultimo anno delle superiori, crocevia per capire la strada da prendere per il proprio futuro, nonostante i grandi sforzi di docenti e dirigenti. Sara e Giulia hanno raccontato le loro sensazioni a diregiovani.it

CORONAVIRUS, IL LAVORO DELLE CONSULTE PROVINCIALI STUDENTESCHE VA AVANTI

Per gli adolescenti di tutta Italia il tempo in quarantena sembra non finire mai. Ma c’è chi, oltre lo studio, ha deciso di impiegarlo nell’attivismo, portando avanti l’impegno all’interno delle consulte provinciali degli studenti. Diregiovani ha intervistato i presidenti delle consulte di Roma, Frosinone, Viterbo e Latina, che anche in questi giorni di crisi sanitaria stanno continuando a lavorare su progetti e iniziative dedicate ai giovani. I ragazzi hanno rivisitato o posticipato appuntamenti già in programma, e anche per quanto riguarda la didattica a distanza, le consulte hanno monitorato pregi e difetti del nuovo strumento attraverso un form da cui hanno redatto poi un documento, presentato al coordinamento nazionale delle consulte e poi inviato direttamente alla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

17 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»