Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 17 marzo 2021

Un passaporto a prova di Covid per tornare a viaggiare, il Pd prende tempo nella corsa al Campidoglio e Sergio Mattarella celebra i 160 anni dall'Unità d'Italia tra le notizie di oggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

IL PASS COVID PER TORNARE A VIAGGIARE

Un passaporto a prova di Covid, per tornare a viaggiare. Quest’estate i cittadini europei potranno spostarsi tra i paesi  fornendo la prova di essersi sottoposti alla vaccinazione, oppure di essere risultati negativi a un test o di essere guariti dal Covid-19 ed avere sviluppato gli anticorpi. Il nuovo pass Covid e’ stato presentato oggi dalla Commissione Ue per rilanciare i viaggi in Europa. Il certificato dovrebbe essere disponibile da giugno in formato digitale o cartaceo e ammetterà tutti i vaccini disponibili sul mercato. Intanto cresce l’attesa per il responso dell’agenzia europea del farmaco, l’Ema, atteso per giovedì. La presidente della commissione Ursula Von Der Leyen ha ribadito di aver fiducia in Astrazeneca. Il premier inglese Boris Johnson si e’ detto pronto a farsi somministrare il vaccino anglo-svedese.

FISCO, SANATORIA PER CARTELLE FINO A 5 MILA EURO

Lo Stato farà la sua parte ma Alitalia dovrà sostenersi da sola. È finita la stagione dei prestiti ponte. Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, nel corso di una audizione alla Camera, ha tracciato il piano industriale di Ita, la nuova compagnia di bandiera che spiccherà il volo tra giugno e luglio. Intanto arriva al rush finale il Decreto Sostegni: la prima manovra economica del governo Draghi è attesa venerdì in Consiglio dei ministri. Nel provvedimento sembra confermato lo stralcio fino a 5 mila euro delle vecchie cartelle esattoriali, relative al periodo che va dal 2000 al 2015. Una sorta di condono che farà pulizia nel cosiddetto “magazzino” dell’Agenzia delle entrate, andando a cancellare circa 60 milioni di atti, molti dei quali ormai inesigibili.

CORSA AL CAMPIDOGLIO, IL PD RALLENTA

Il Pd prende tempo nella corsa allo scranno più alto del Campidoglio. Durante un incontro nella sede del partito al Nazareno, il segretario Enrico Letta e Roberto Gualtieri hanno concordato che di candidature se ne riparlera’ più avanti, d’intesa con il partito romano. Una decisione definitiva dovrebbe essere presa ad aprile. La candidatura di Gualtieri, ipotizzata nelle scorse ore, non sfuma. Le amministrative, infatti, si terranno ad ottobre e il tempo non manca. Anche sul fronte del centrodestra, non si vuole sentir parlare di candidati a sindaco. “Non prima della fine della pandemia”, ha chiosato il leader della Lega Matteo Salvini.

BUON COMPLEANNO ITALIA, 160 ANNI FA L’UNITÀ

‘L’Inno e il tricolore sono il simbolo della nostra Patria’. Con queste parole il presidente della Repubblica Sergio Mattarella celebra il 160esimo anniversario dell’Unità d’Italia che cade oggi. Una giornata, dice il capo dello Stato, ‘che ci esorta nuovamente a un impegno comune e condiviso nel quadro del progetto europeo’. Da parte del presidente della Camera Roberto Fico arriva l’impegno a ‘garantire la coesione tra le varie parti di un Paese in cui ancora oggi permangono diseguaglianze territoriali, economiche e sociali’. Auguri anche dall’ex premier Giuseppe Conte. ‘160 anni di radici antiche- dice- ma c’è ancora tanto da fare per rimuovere le limitazioni che compromettono la pari dignità sociale’.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»