Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Veneto pensa di monitorare la coagulazione prima e dopo il vaccino

GIORNATA MONDIALE DEL DONATORE
Il governatore Luca Zaia anticipa la proposta del professore dell'Università di Padova Paolo Simioni, anzi la rilancia chiedendo che vanga fatta per tutti i farmaci immunizzanti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – La Regione Veneto pensa ad un progetto di monitoraggio della coagulazione del sangue pre e post vaccino anti-Covid. Lo anticipa il governatore Luca Zaia, spiegando che la proposta è stata presentata alla fine della scorsa settimana dal professore dell’Università di Padova Paolo Simioni, “esperto in terapie del sangue”, che “sabato ha già incontrato il dottor Flor (direttore della sanità veneta, ndr). “Io ho chiesto che già che lo si fa lo si faccia per tutti i vaccini“, continua Zaia precisando che il monitoraggio sarebbe randomico e si avvarrebbe di volontari disponibili a farsi prelevare e analizzare il sangue al momento della vaccinazione e qualche giorno dopo. “Siamo davanti a un progetto che deve essere scritto e deve essere approvato dal comitato etico“, conclude Zaia.

LEGGI ANCHE: Comune di Venezia e Facebook insieme per preparare i negozianti al digitale

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»