Coronavirus, ‘Lontani ma vicini’: online la pagina dedicata al progetto Dire

Video lezioni, 30 psicologi in ascolto e i racconti dalle scuole
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – ‘Lontani ma vicini’. Uno slogan che tanti studenti, da nord a sud d’Italia, hanno fatto proprio per lanciare un messaggio di responsabilità e sentirsi meno soli. Uno slogan che è anche il nome dell’iniziativa che l’agenzia di stampa Dire e diregiovani.it hanno voluto lanciare per restare accanto a presidi, docenti e studenti.
‘Lontani ma vicini’ è uno spazio online che – grazie alla collaborazione con l’Istituto di Ortofonologia – vuole offrire aiuto e sostegno in un momento difficile. Sono diversi e in continuo aggiornamento i prodotti e i servizi offerti:

PSICOLOGI IN ASCOLTO

Trenta psicoterapeuti dell’età evolutiva dell’Istituto di Ortofonologia ogni giorno sono a disposizione dei giovani, delle loro famiglie e dei docenti per ascoltare riflessioni, paure, perplessità.

VIDEO LEZIONI

Sono disponibili online lezioni di giornalismo rivolte agli studenti che potranno così proseguire i percorsi avviati da diregiovani.it nelle scuole e avere alcune indicazioni per scrivere articoli, realizzare interviste e raccontare il mondo che ci circonda. A disposizione degli utenti anche delle video lezioni realizzate dagli esperti dell’Istituto di Ortofonologia che mettono a disposizione le proprie competenze per affrontare tematiche importanti per i giovani e accompagnarli in questo difficile momento che tutti stiamo vivendo.

LA VOCE DELLA SCUOLA

La comunità scolastica non si è fermata nemmeno per un giorno. Dall’inizio dell’emergenza diregiovani.it e l’agenzia Dire raccontano e raccolgono le esperienze di didattica a distanza, ascoltando la voce di studenti, docenti e dirigenti scolastici che ce la stanno mettendo tutta per restare vicino ai ragazzi e garantire il diritto allo studio.

CONCORSO DI IDEE

Pensieri, poesie, disegni, fotografie, video, articoli e riflessioni realizzati dagli studenti per raccontare come stanno vivendo questo momento e condividere con i coetani paure, speranze e responsabilità l’emergenza restando a casa. E’ questa la call lanciata da diregiovani.it per stimolare, attraverso la partecipazione dei giovani, la creati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»