Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Adozioni internazionali, a febbraio crescono coppie e minori

I dati della Cai che pubblica mensilmente informazioni sugli ingressi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A febbraio 2018 crescono rispetto al mese precedente i bambini che hanno trovato una famiglia in Italia e le coppie disposte ad adottare. Lo rivela la Commissione per le adozioni internazionali che da quest’anno ha deciso di pubblicare mensilmente i dati che riguardano gli ingressi nel nostro paese. Sono 92 i minori autorizzati all’ingresso in Italia a scopo adottivo (+37% in un mese) e 77 le coppie residenti in Italia che hanno concluso il percorso adottivo (+31%).La regione con il piu’ alto numero di ingressi e’ l’Emilia-Romagna (12 coppie), seguita a breve distanza da Piemonte e Veneto, mentre in sei regioni non si sono perfezionate adozioni (Valle d’Aosta, Trentino-Alto Adige, Abruzzo, Molise, Basilicata e Sardegna). In ciascuna delle restanti undici regioni si contano un numero di coppie adottive che non supera le 8 unita’. Diminuisce il numero dei paesi di provenienza dei bambini che scenda da 21 a 16.

Si abbassa l’eta’ media dei minori autorizzati all’ingresso, che in prevalenza appartengono alla fascia di eta’ compresa tra 1 e 4 anni (47% del totale, ovvero 43 minori). Estremamente limitati i casi di ingressi di bambini con eta’ inferiore all’anno (6 da Colombia, India, Etiopia e Armenia) – e quelli dei bambini sopra i 10 anni (3 da Bulgaria, Cile e Ucraina).
Gli enti autorizzati che hanno portato a termine l’iter adottivo di una coppia che aveva loro conferito incarico sono stati 32 (30 in gennaio). Tra di essi l’ente che ha lavorato al perfezionamento del maggior numero di ingressi e’ risultato CIFA Onlus – Centro Internazionale per l’infanzia e la famiglia.

(www.redattoresociale.it)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»