Regeni, Di Stefano: “Da Al Sisi messa in scena patetica” VIDEO

"E' solo un teatrino", sostiene il deputato grillino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Noi non vogliamo rovinare le relazioni tra Italia e Egitto. Ma e’ evidente che quella di oggi e’ una messinscena patetica“. Lo dice Manlio Di Stefano, deputato del M5s, componente della commissione Esteri della Camera.

“Dopo oltre un mese- aggiunge Di Stefano- si svegliano e pensano di collaborare con noi, dopo che un nostro connazionale di 29 anni e’ stato torturato per giorni e lasciato morto per strada. Io credo che il governo italiano ha dato al Cairo la possibilita’ di fare quello che voleva. Non c’e’ stata nessuna azione, ne’ diplomatica, ne’ di denuncia forte del fatto che il governo egiziano non stesse affatto collaborando con noi. Ora- aggiunge Di Stefano- visto che l’opinione pubblica italiana ha sentito molto questo caso, hanno deciso di organizzare questo teatrino di oggi per dire che collaboreranno”.

Il parlamentare M5s conclude: “Ma ormai le piste false sono diventate quasi piu’ autorevoli di quelle vere. Ad esempio al Cairo si poteva organizzare un’inchiesta autonoma per capire perché queste false. Oppure intraprendere delle azioni diplomatiche per un’indagine in cui intervenisse da subito la giustizia italiana, nulla di tutto cio’ e’ stato fatto”.

LEGGI ANCHE

Egitto, Amnesty: “Nessun entusiasmo per le parole di Al Sisi su Regeni”

Regeni, Renzi: “Da Al-Sisi parole importanti, troviamo i colpevoli insieme”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»