NEWS:

Rapina e sequestro davanti a un ufficio postale di Napoli, arrestati due carabinieri

I due militari si sarebbero avvicinati alle vittime qualificandosi come appartenenti all'arma per poi sottrarre loro contanti e cellulari

Pubblicato:17-02-2022 14:06
Ultimo aggiornamento:17-02-2022 14:06

poste italiane
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

NAPOLI – Tre persone, tra cui due militari dell’arma dei carabinieri, sono stati arrestati per rapina aggravata e sequestro di persona. Nei confronti dei tre la polizia di Stato ha dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Napoli su richiesta della procura partenopea. I fatti risalgono al 21 gennaio del 2019, quando era stata perpetrata una rapina ai danni di quattro persone appena uscite dall’ufficio postale di corso Meridionale, a Napoli. In particolare, due uomini in abiti civili, ma muniti di una palina e di una cartellina identiche a quelle in uso alle forze di polizia, dopo essersi qualificati come appartenenti all’arma dei carabinieri, hanno fermato e controllato i quattro che avevano appena effettuato alcune operazioni postali appropriandosi del contante, di titoli e dei telefoni delle vittime, per un ammontare di circa 15mila euro.

All’esito di una complessa attività di indagine sono stati raccolti gravi indizi di colpevolezza nei confronti dei presunti autori materiali della rapina, che sono da individuarsi nei due militari dell’Arma, i quali sono stati coadiuvati nell’attività organizzativa dal terzo soggetto arrestato. A quest’ultimo è stato contestato anche il reato di estorsione in quanto si è appropriato del denaro di un suo conoscente ultrasessantacinquenne, minacciandolo di ritorsioni se non avesse adempiuto alle sue richieste, millantando molteplici conoscenze nelle forze dell’ordine e negli enti previdenziali. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it