Salvini: “Lega con Draghi su rimpatri ed espulsioni. Stop virologi in tv”

"Aboliamo il codice degli appalti, sì a Tav e ponte sulle stretto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Antonio Bravetti e Alfonso Raimo

ROMA – “L’Europa ci chiede di difendere i confini italiani, che sono i confini europei. Sui migranti l’Europa deve cambiare passo. Sentire parlare Draghi di rimpatri ed espulsioni per gli irregolari e’ qualcosa che ci riempie di gioia e orgoglio, su questo ci avra’ al suo fianco”. Lo dice Matteo Salvini, parlando in Senato.

“Sicuramente- aggiunge- lei sara’ d’accordo con noi sull’esigenza da parte del ministero della Salute di evitare presenze televisive orarie e quotidiane di virologi in cerca di fama che terrorizzano il popolo italiano. Non ne possiamo piu'”.

Cancelliamo il codice degli appalti italiano che ha complicato la vita alle imprese e prendiamo quello europeo e riapriamo tutti i cantieri fermi da nord a sud. Se Europa deve essere, Europa sia 7 giorni su 7″, continua.

“A proposito di infrastrutture – aggiunge Salvini- lunedi’ saro’ a visitare il cantiere della Tav a Chiomonte, perche’ la Tav s’ha da fare, ce lo chiede l’Europa”. Salvini chiede poi “il Ponte sullo Stretto di Messina che assorba l’acciaio di Taranto per i prossimi 4 anni”.

Noi ci siamo, la Lega c’e’ convintamente. Abbiamo messo il bene dell’Italia prima dell’interesse di partito. Rispetto alla compravendita di senatori di un mese fa lei ha riportato serieta’, e’ un suo primo risultato”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»