Migranti, Mattarella: “L’Unione europea farà la sua parte, ma serve una politica coordinata”

"Gli interventi umanitari, da soli, non sono
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Sergio Mattarella

Gli interventi umanitari, da soli, non sono sufficienti. Le tragedie impongono, al livello europeo, l’esigenza e l’urgenza di una politica unitaria, coordinata ed efficace. Da un lato occorre fare perno sull’intelligente governo del fenomeno migratorio mentre, dall’altro, occorre agire sull’immediata e parallela azione di supporto a uno sviluppo sostenibile, equo ed inclusivo, per offrire la speranza di un futuro migliore a intere popolazioni e, di conseguenza, all’intero pianeta”. Cosi’ il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla cerimonia della 39ma sessione del Consiglio dei Governatori del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo.

L’Unione Europea, e l’Italia in prima linea, farà la sua parte– aggiunge-. Ma è essenziale il ruolo delle leadership dei Paesi in via di sviluppo. La governance e la responsabilità a livello locale sono infatti imprescindibili per favorire una crescita economico-sociale duratura”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»