hamburger menu

Emergenza Covid in Calabria, Platì resta zona rossa e a Reggio Calabria scuole chiuse fino al 22 gennaio

Per il sindaco facente funzioni di Reggio Calabria Paolo Brunetti "va garantito rientro in classe in piena sicurezza, ma è fondamentale accelerare vaccinazioni"

REGGIO CALABRIA – Resta alto il livello di emergenza sanitaria in provincia di Reggio Calabria, al momento la più esposta dal punto di vista epidemiologico, e per il contenimento del Covid-19 la Regione Calabria ha attivato diverse misure, prorogando alcune ordinanze. Nel Comune di Platì, sono prorogate, senza soluzione di continuità fino a tutto il 23 gennaio le misure inerenti alla “zona rossa”.

Nel Comune di Rosarno sono prorogate fino a tutto il 23 gennaio, le misure alla “zona arancione”. Nei Comuni di Africo, Feroleto della Chiesa, Mammola le misure fissate fino al 19 gennaio 2022 inerenti alla “zona arancione”, sono procrastinate, fino a tutto il 23 gennaio. Nei Comuni di Bagaladi, Bova Marina, Brancaleone, Caulonia, Cosoleto, Gioiosa Ionica, Monasterace, Montebello, Placanica, San Luca, Seminara, Stignano, si applicano per un periodo di 10 giorni, dal 17 gennaio e fino a tutto 26 gennaio le misure inerenti alla zona arancione. Permangono, salvo diversa disposizione, fino alla data prevista del 19 gennaio le misure per i Comuni di Benestare, Bianco, Cittanova, Gioia Tauro, Marina di Gioiosa Ionica, Palizzi e Roccella Jonica. Cesseranno alla mezzanotte di oggi, le misure previste per i Comuni di Cinquefrondi, Galatro, Melicucco, Rizziconi, San Roberto, Taurianova e Polistena.

A REGGIO CALABRIA ISTITUTI CHIUSI FINO AL 22 GENNAIO

Nel Comune di Reggio Calabria resta prorogata la sospensione dell’attività scolastica in presenza fino a tutto il 22 gennaio 2022. La decisione dell’Amministrazione comunale è stata presa dopo il confronto con task force sanità e dirigenti scolastici. Restano esclusi di asili nido. Per il sindaco facente funzioni di Reggio Calabria Paolo Brunetti “va garantito rientro in classe in piena sicurezza, ma è fondamentale accelerare vaccinazioni”. La decisione è stata presa d’intesa con i dirigenti scolastici.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-17T13:19:05+02:00