Governo, Cabras (M5s): “False indiscrezioni su mio passaggio alla Lega”

"Squallido malcostume messo in pratica da alcune persone che, dentro il M5S, fanno volontariamente filtrare presunte indiscrezioni col solo scopo di diffamare e infamare"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Smentisco categoricamente ogni ipotesi, ancorche’ remota, di un mio trasloco alla Lega”. È quanto afferma Pino Cabras (M5S), in riferimento alle presunte indiscrezioni riportate su alcuni quotidiani di oggi.

“Quanto sta emergendo sulla stampa- afferma Cabras- e’ il frutto di uno squallido malcostume messo in pratica da alcune persone che, dentro il M5S, fanno volontariamente filtrare presunte indiscrezioni col solo scopo di diffamare e infamare chi osa porre delle questioni politiche dentro il M5S e chi non si limita a fare il parlamentare schiaccia-bottoni”.

“Un’attitudine manipolatoria- aggiunge il deputato- messa in opera da una squadra di spin doctor che, francamente, ha davvero rotto il c…, e il cui operato andra’ scrutinato severamente per salvare il M5S dall’autointossicazione degli Orwell al sugo. È anche ironico- sottolinea Cabras- che il venticello della calunnia sia insufflato nel giorno in cui scrivo un post su Gramsci che descriveva i disastri combinati dai dirigenti che sacrificano le persone in strategie sbagliate”.

Qualcuno cerca di diffamarci per la questioni politiche che ha abbiamo sollevato, per il movimento e per il governo”, prosegue il deputato pentastellato. “Una nuova leadership del M5S, da eleggere in tempi rapidissimi. Il rifiuto categorico del Mes in ogni sua declinazione e di quella parte di fondi a prestito del Recovery Fund che ci porterebbero a nuovi vincoli di austerita’, lasciando in piedi la parte a fondo perduto, come fa anche la Spagna. La riapertura delle scuole e l’urgente messa in sicurezza per la ripresa della didattica in presenza. E poi ancora l’introduzione della Moneta fiscale, l’Impresa di cittadinanza e la Partita Iva di cittadinanza, il Piano di servizi ambientali per i giovani e l’urgente riorganizzazione del Servizio sanitario nazionale. Sono tutti temi legittimi e di buon senso su cui non abbiamo avuto ancora nessun riscontro”, conclude Cabras.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»