fbpx

Tg Scuola, edizione del 17 gennaio 2020

Notte dei licei classici, oggi la sesta edizione
La notte bianca dei licei classici, l’evento nazionale che celebra la cultura classica nei licei d’Italia, torna questa sera per la sua sesta edizione. Quest’anno sono 436 i licei che partecipano in tante città, con aperture straordinarie alla cittadinanza e attività di ogni sorta, dalle performance musicali e coreutiche, ai concerti, dalle drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera, alle maratone di lettura di poeti antichi e moderni. Tutto rigorosamente ispirato al mondo antico. Come ogni anno, l’evento si svolgerà in contemporanea con tutte le scuole del territorio nazionale che hanno aderito. Porte aperte dunque dalle 18 a notte inoltrata per tutti gli studenti e i cittadini interessati.

Shoah, la speranza dei ragazzi nei luoghi dello sterminio
Un’unica preghiera che abbraccia lingue e religioni diverse. Che unisce studenti, autorità e testimoni. Davanti ai resti del forno crematorio di Birkenau, ognuno intona il proprio credo, laico o religioso che sia. Ognuno cerca una risposta diversa davanti al simbolo dello sterminio nazista. Poi nasce un applauso, qualcuno lascia un fiore, qualcuno una pietra. Con la visita ai campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau si conclude il Viaggio della Memoria che ha portato più di cento studenti sui luoghi del l’olocausto. Ad accompagnare la loro visita, la testimonianza dei sopravvissuti Tati Bucci e Oleg Mandic. Ad intraprendere il viaggio della Memoria con gli studenti, anche la ministra dell’istruzione Lucia Azzolina, per la quale questa “È una questione di emozioni ma soprattutto di conoscenza. Di non essere indifferenti e di combattere oggi, in Italia, ogni forma di razzismo, di intolleranza e di discriminazione perché stiamo vivendo un momento buio. Ma ho molta speranza che gli studenti ce la facciano ad essere adulti migliori di noi”.

Un anno tra i banchi raccontato da Duccio Chiarini
Una telecamera ha spiato per un anno intero le attività dei giovani studenti dell’istituto alberghiero ‘Marco Polo’ di Firenze e dei loro insegnanti: le interrogazioni, gli intervalli, le lezioni di cinese e i compiti in classe di spagnolo. Non è una telecamera qualunque, ma quella del regista e sceneggiatore Duccio Chiarini, che per il suo ultimo lavoro ha scelto la forma narrativa del documentario d’osservazione. Il film racconta così una nuova generazione di studenti e quindi anche di insegnanti, perché ogni generazione che arriva costringe quelle precedenti a mettersi in discussione e cambiare. Al contempo, viene mostrata una particolare realtà scolastica, illuminata e soprattutto molto vicina ai ragazzi; quindi un modello di scuola possibile. Presentato lo scorso ottobre alla Festa di Roma nella sezione Panorama di Alice nella Città, ‘Marco Polo – un anno tra i banchi di scuola’, è al cinema da ieri.

Ad Amatrice la ‘Giornata di alfabetizzazione sismica’
Quali sono i comportamenti da adottare prima, durante e dopo un terremoto? È quello che verrà spiegato il 13 gennaio di ogni anno ai ragazzi delle scuole dei territori a rischio sismico del Lazio, a partire da quest’anno. È quanto prevede la legge della Regione Lazio – la prima e al momento unica Regione d’Italia ad aver istituito questa giornata dedicata – che ha scelto questa data in memoria del terremoto del 13 gennaio del 1915 che devasto’ la Marsica, in Abruzzo, e le aree limitrofe del Lazio. La prima ‘Giornata di alfabetizzazione sismica’ si è quindi svolta ad Amatrice nella palestra dell’istituto omnicomprensivo dedicato a Sergio Marchionne alla presenza tra gli altri del sindaco di Amatrice, Antonio Fontanella, di Wanda D’Ercole, direttore regionale Lavori Pubblici Difesa del Suolo e dell’Ufficio Speciale Ricostruzione del Lazio, di Angelo Borrelli, capo dipartimento della Protezione Civile Nazionale, e di Claudio Di Berardino, assessore regionale alle Politiche per la Ricostruzione.


 

Dalle scuole:

Liceo ‘Carlo Porta’ di Erba
Su iniziativa delle rappresentati d’istituto all’interno dei bagni della scuola sono stati collocati distributori gratuiti di assorbenti: “Il ciclo non è una scelta. La solidarietà sì. Prendine uno, lasciane uno se puoi”.

Scuola secondaria di I grado ‘Caffaro’ di Genova
Studenti protagonisti del progetto ‘Osservatorio benessere’, per la promozione dei corretti stili di vita e di prevenzione dei comportamenti a rischio nato dalla sinergia tra il Miur, il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi e la Società italiana Pediatria.

Liceo ‘Mamiani’ di Roma
Su diregiovani.it la video intervista a Aurelia Cattaruzza studentessa-atleta con la passione per il nuoto pinnato.

Liceo Talete di Roma
Su diregiovani.it la video intervista a Giacomo Guerra studente-atleta del Circolo Canottieri Aniene.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

17 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»