A Bibbiano piazza contesa tra sardine e leghisti: “Salvini arriva tardi”

Il movimento spiega di aver già ottenuto l'autorizzazione dal Comune per utilizzare la piazza, il 23 gennaio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Piazza contesa a Bibbiano, per la chiusura della campagna elettorale delle regionali. Da una parte la sardine, dall’altra Matteo Salvini. Ma la piazza e’ soltanto una e qualcuno dovra’ rinunciare. Secondo le sardine sara’ il leader leghista, visto che loro, come spiegano in un comunicato, hanno gia’ l’autorizzazione del Comune con tanto di protocollo.

LEGGI ANCHE: Emilia-Romagna, Salvini chiude campagna il 23 a Bibbiano. Merola: “Non è il mostro che la Lega sta costruendo”

“‘Usare Bibbiano come clava‘. Questa e’ stata una delle indicazioni date dalla Lega per la campagna elettorale in Emilia Romagna poche settimane fa. Abbiamo visto gli abitanti di Bibbiano stritolati nella gogna mediatica, a partire dai continui attacchi personali e dall’assedio del paese da parte di giornalisti e media negli ultimi mesi. Abbiamo scelto di abbracciare i cittadini di questo paese, e come Sardine ci siamo mosse per organizzare il flash mob “Bibbiano non si lega”, il 23 gennaio”, dicono Giulia Sarcone e Youness Warhou, del comitato nazionale 6000 sardine.

E aggiungono: “Abbiamo ottenuto l’autorizzazione dal Comune di Bibbiano (protocollo n.327 del 14 gennaio 2020) per poter realizzare il nostro evento “in Piazza Damiano Chiesa, Piazza della Repubblica e il tratto di via G.B. Venturi compreso fra via Gramsci e via Ariosto, dalle ore 16 alle ore 21”. La stessa piazza e’ stata poi successivamente richiesta dalla Lega, che pero’ e’ arrivata tardi. E adesso e’ in stato di agitazione, perche’ non potra’ speculare ancora su questa vicenda come avrebbe sperato. Abbiamo visto in passato i populisti in sfilata elettorale sugli scalini del Comune di Bibbiano, screditando le istituzioni e colpevolizzando tutta la sua comunita’. Le Sardine invece lavoreranno come sempre per portare i valori positivi dell’ascolto e del rispetto. Gli sciacalli passano, le Sardine restano, e vigili. Bibbiano non si Lega”.

LEGGI ANCHE: Sardine a Bibbiano contro lo ‘sciacallo’ Salvini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»