Vasco Rossi diventa cittadino onorario di Modena

Vasco Rossi
Dopo lo show di luglio il rocker riceve le chiavi e 'apre' il laboratorio.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA -Vasco oggi diventerà cittadino onorario di Modena. Dopo il successo e i record di “Modena park” lo scorso 1 luglio al parco Ferrari (oltre 225.000 biglietti emessi), il rocker di Zocca riceverà la cittadinanza onoraria e simbolicamente le chiavi della città nel Consiglio comunale convocato ad hoc questo pomeriggio nell’edificio ex Aem, al comparto ex Amcm, destinato a diventare un nuovo laboratorio culturale grazie anche a fondi europei.

Sarà proprio Vasco a inaugurare oggi la struttura, insieme al sindaco Gian Carlo Muzzarelli, alla presidente del Consiglio Francesca Maletti e all’assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti. La capienza limitata dell’edificio ha consentito l’ingresso solo ad autorità e invitati, ma la seduta del Consiglio viene seguita sul maxischermo allestito nel piazzale del comparto (può contenere fino a 5.000 persone, streaming via Trc e sito del Comune): l’ingresso è da via Peretti, chiusa al traffico dalle 8.

A Vasco vengono consegnate simbolicamente le chiavi della città, una riproduzione in argento di un’antica chiave conservata ai musei civici. Verso le 16.15 è previsto il taglio del nastro all’ingresso dell’edificio che si affaccia sul piazzale: dopo la cerimonia il pubblico potrà visitare i locali che nei prossimi mesi ospiteranno il laboratorio aperto. I lavori di riqualificazione sono costati 2,4 milioni di euro cofinanziati con contributo europeo di 1,8 milioni nell’ambito del Por Fesr Emilia-Romagna 2014-2020, programma regionale per l’utilizzo delle risorse Ue. Ai fondi per il cantiere si aggiungono quelli per la gestione del “laboratorio aperto”, per un contributo europeo complessivo di poco più di tre milioni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»