Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bologna annulla il Capodanno in piazza Maggiore, Lepore: “Bisogna evitare i contagi”

"Una decisione che assumiamo con senso di responsabilità e che credo sarà compresa dai cittadini bolognesi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA –  Dopo Roma anche Bologna annulla i festeggiamenti in piazza per Capodanno: “Nella mattina di ieri si è svolto il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza e in quella sede si è condivisa l’opportunità di annullare la festa del Capodanno in piazza Maggiore“, annuncia una nota del Comune. “Una decisione che assumiamo con senso di responsabilità e che credo sarà compresa dai cittadini bolognesi”, dichiara il sindaco Matteo Lepore: “In un momento in cui i contagi tornano a salire e nel quale chiediamo a tutti di vaccinarsi e proteggersi, compresi i nostri bambini e bambine, dobbiamo evitare occasione di potenziali contagi o situazioni non coerenti. Vogliamo, da questo punto di vista, dare anche un segnale, quello di continuare ad essere prudenti ed evitare di mettere a rischio la salute propria e degli altri“.

LEGGI ANCHE: Capodanno, a Roma annullato per Covid il concertone al Circo Massimo

Aggiunge Lepore: “Siamo certi che i bolognesi sapranno dare prova di maturità anche in questo momento, collaborando affinché la notte di Capodanno sia una notte di festeggiamenti sereni e in piena sicurezza, evitando assembramenti”. Infine, il sindaco rivolge “un ringraziamento alle altre istituzioni che compongono il tavolo per l’ordine pubblico, per la condivisione di queste valutazioni e la collaborazione fattiva”. Un mese fa, insieme all’annuncio della proposta vincitrice del concorso per il Vecchione da allestire in piazza Maggiore a Capodanno, era stato pubblicato un rendering dell’installazione circondata da persone festanti: non ha portato particolare fortuna.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»