Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Con Hera a Ferrara crescerà un bosco urbano da 20.000 mq

hera_ferrara
Più 'Eco alberi' anti-CO2, la forestazione parte nella città estense
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FERRARA – Sta crescendo un nuovo ‘polmone verde’ a Ferrara: in via Pannonius, a ridosso della cinta muraria storica della città, una vasta area ex agricola, un semplice prato, si sta trasformando in un bosco urbano da 420 alberi, di diverse specie. Le prime piantine sono già state messe a dimora in questi giorni e i lavori stanno procedendo spediti: in 20.000 metri quadri, trovano posto in particolare bagolari, querce, tigli, carpini bianchi, frassini. Tutti insieme svilupperanno fra l’altro una fauna autoctona, a tutela della biodiversità locale. Una volta maturo, il bosco potrà catturare fino a 42 tonnellate di CO2 all’anno, contribuendo così ad abbattere le polveri sottili tipiche dei grandi centri abitati.

L’INIZIATIVA ECO ALBERI DI HERA

È il frutto di “Eco Alberi“, l’iniziativa regionale di Hera a favore della forestazione urbana che parte proprio nella città estense. La sua applicazione in via Pannonius viene siglata questa mattina in Comune, nella sala degli Arazzi, da parte dell’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni e da Cristian Fabbri, amministratore delegato di Hera Comm.

BALDONI: “OBIETTIVO 15MILA ALBERI IN 5 ANNI”

Dopo aver aderito al progetto della Regione “Mettiamo radici per il futuro”, finalizzato alla messa a dimora a regime di 4,5 milioni di alberi, uno per abitante, la multiutility mira a raggiungere l’obiettivo di 10.000 alberi piantati nel prossimo triennio, grazie a un impegno economico di 250.000 euro. Dopo l’inaugurazione ferrarese, il progetto si estenderà infatti alle altre aree del territorio emiliano-romagnolo servite da Hera, ma intanto spiega Balboni a margine dell’incontro con Fabbri oggi: “Il Comune di Ferrara tiene molto alla forestazione urbana, che è un processo partecipativo in grado di coinvolgere diversi quartieri della città. I cittadini chiedevano che venisse realizzata una barriera verde tra dove abitano, e dove giocano i bambini o risiedono gli anziani, e le zone più trafficate della città. Grazie anche ad Hera, abbiamo piantumato in questi giorni oltre 1.200 alberi, in generale, appunto con un contributo della multiutility di 420. L’obiettivo del nostro mandato è mettere a dimora 15.000 alberi in cinque anni, ora siamo più o meno a metà e quindi- segnala l’assessore comunale all’Ambiente- in linea con i tempi”.

FABBRI: “CON ECO ALBERI PIÙ VERDE URBANO E MENO CO2 NELL’ATMOSFERA”

Evidenzia anche Fabbri: “Ferrara è un territorio con grande attenzione al mondo ‘green’ della sostenibilità e della carbonizzazione, basti pensare alle oltre 10.000 famiglie collegate al teleriscaldamento, con emissioni praticamente nulle, oppure ai grandi numeri della raccolta differenziata locale. In questa nuova iniziativa sugli alberi, che illustriamo oggi, sono ancora i cittadini– puntualizza l’amministratore delegato di Hera Comm- i veri protagonisti. Il nostro obiettivo è piantare nei prossimi tre anni 10.000 alberi in tutta la regione, e lo faremo stimolando ancora gli utenti verso la transizione energetica.
Intanto, continuiamo a mettere a disposizione strumenti che consentono di ridurre i consumi, tra lampadine a led, caldaie, condensatori e condizionatori ad alta efficienza, o ancora termostati intelligenti per le stesse caldaie“.

Nell’ambito di Eco Alberi, in particolare, a ogni quattro prodotti acquistati fra kit di lampadine a led o termostati smart corrisponderà la messa a dimora e la cura di un albero. Così vale anche nel caso di due caldaie (o due condizionatori o una caldaia e un condizionatore) a risparmio energetico o, ancora, di due mezzi per la mobilità sostenibile come monopattini o biciclette elettriche. “Il progetto Eco Alberi- rimarca Fabbri- è un’alleanza fra Regione, Comune, Hera e cittadini, finalizzata a promuovere due obiettivi. Da un lato, incrementare il verde urbano e contribuire alla riduzione della CO2 presente in atmosfera. Dall’altro, sensibilizzare i nostri clienti a scelte sempre più sostenibili, dall’impatto ambientale sempre più leggero”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»