Piano di distribuzione dei vaccini, la Regione Campania non ci sta

"Si sta procedendo con un piano che prevede evidenti ed immotivati squilibri fra le quote destinate alle diverse Regioni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

La Regione Campania, nel corso della riunione delle Regioni con il governo e il commissario Domenico Arcuri, ha espresso “netta contrarietà” rispetto al piano di distribuzione delle dosi di vaccino alle Regioni. Dall’ente di Palazzo Santa Lucia lo giudicano “non commisurato a criteri oggettivi di fabbisogno”.
La Campania ha proposto che “in fase di prima ripartizione del vaccini si tenesse conto della popolazione delle singole Regioni. Tale proposta – si legge in una nota – non è stata accolta, e si sta procedendo con un piano che prevede evidenti ed immotivati squilibri fra le quote destinate alle diverse Regioni”.
“La Campania – prosegue la Regione – ribadisce con forza il dissenso su questo modo di procedere ed insisterà nella richiesta di commisurare il piano di attribuzione dei vaccini a criteri oggettivi, che evitino qualsiasi disparità di trattamento e deprecabili competizioni territoriali”.

LEGGI ANCHE: Ok al piano vaccini, Arcuri: “Da gennaio vaccinazione di massa”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»