Covid, il 15 gennaio partono le vaccinazioni nel Lazio

vaccino
Prima dose a un'infermiera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il 15 gennaio verrà iniettata la prima dose di vaccino anti-Covid nel Lazio. Sarà su una donna, un’infermiera. Come a New York”. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, in un’intervista sul Corriere della Sera. Nella prima fase saranno vaccinate “202.384 persone. Ognuno riceverà sia la prima che la seconda dose del vaccino Pfizer, che dovranno essere inoculate a distanza di quattro settimane” ha spiegato D’Amato, precisando che i destinatari sono “il personale sanitario e gli ospiti delle Rsa. La vaccinazione sarà su base volontaria, se non ci sarà una piena adesione stiamo preparando un piano per le riserve che potranno essere anche gli specializzandi di medicina, ma anche altre tipologie: pazienti cronici, malati oncologici, trapiantati, cardiopatici”. D’Amato ha quindi precisato che “la nostra capacità vaccinale sarà di un milione di persone al mese, ma questo dipenderà dalla periodicità degli arrivi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»