Cotral: ecco 500 nuovi bus, sono oltre 1000 in 4 anni

Nuova livrea per i bus che sono stati acquistati con 106 milioni per la prima volta con risorse di Cotral e non della Regione Lazio, che ne è proprietaria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Altri 500 nuovi pullman entro il 2020. Quasi 1.000 in 4 anni, oltre due terzi della flotta rinnovata. Continua il processo di rinnovamento dei bus Cotral. Questa mattina i primi esemplari della nuova fornitura di 500 sono stati presentati alla stazione di Ponte Mammolo dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, insieme all’assessore alla Mobilità, Mauro Alessandri, e alla presidente di Cotral, Amalia Colaceci.

I nuovi bus, acquistati con 106 milioni per la prima volta con risorse di Cotral e non della Regione Lazio, che ne è proprietaria, sono caratterizzati da una nuova livrea: lo sfondo resta blu ma sono ben più visibili i colori rosso e arancione sulla fiancata, a ridosso del logo. La gara in due lotti è stata aggiudicata la scorsa primavera e ha permesso l’acquisto di 360 Solaris Interurbino 12 metri e 120 Iveco 12 metri low entry (con pianale ribassato per garantire piena accessibilità). A questi si aggiungeranno 20 minibus per linee a bassa affluenza che saranno acquistati il prossimo anno con una gara già in corso.

I primi 50 bus entreranno in servizio sulle strade del Lazio prima del Natale. È previsto il full service manutentivo per dieci anni. I nuovi mezzi sono dotati di prese Usb per la ricarica di smartphone e di telecamere di videosorveglianza e di ausilio alla guida, moderni equipaggiamenti di bordo e dispositivi per la sicurezza degli autisti. Sono tutti euro 6, la categoria più bassa in termini di emissioni inquinanti. In linea con gli standard europei Cotral sarà tra le pochissime aziende italiane ad avere nel 2020 un parco mezzi con un’età media di 7,5 anni, contro una media nazionale di 12.“Ce l’abbiamo fatta- ha commentato Colaceci- siamo risuciti a fare un tpl migliore di quello che abbiamo trovato 6 anni fa e sono sicura che possiamo ancora continuare a fare meglio. Credo di poter dire che adesso Cotral è in una situazione di stabilità e mi preme sottolineare anche che la Regione Lazio ha avuto in questi tre anni 35 milioni di euro di utili. La Regione Lazio non ci dà più da tempo soldi per i depositi, che rifacciamo con risorse nostre, ed egualmente vale per i capolinea. Quindi penso che le scelte fatte siano state vincenti anche da un punto di vista di sostenibilità economica”.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»