Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La Nasa è pronta: la conquista dello spazio parte da Marte

La Nasa ha aperto da ieri le candidature per reclutare gli astronauti pionieri che raggiungeranno il Pianeta Rosso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
ROMA – marte. “La NASA sta progettando un viaggio ambizioso su Marte e stiamo cercando uomini e donne di talento per aiutarci a raggiungere l’obiettivo”, si legge nell’annuncio.
Ma questa volta non bisognerà essere superdotato per candidarsi. La selezione, che al momento è aperta solo ai cittadini statunitensi (non è chiaro se verrà ampliata ai Paesi europei), riguarderà gente – quasi – comune. E’ richiesta una laurea in ingegneria, scienze biologiche, scienze fisiche, informatica o matematica. Bisognerà avere tre anni di esperienza professionale maturata nell’ambito di studio, o 1000 ore di volo come come pilota di aerei jet. Nessuna richiesta impossibile neanche per la preparazione fisica. Si cercano persone nella norma, con un’altezza compresa tra 1,57 e 1,90 metri.
Una volta superati i primi colloqui, i prescelti dovranno seguire un duro addestramento di circa due anni. Ma a quel punto già potranno ritenersi dipendenti della NASA. I risultati saranno pubblicati a metà 2017. Ah, e si parla di un signor stipendio: tra i 66 mila e i 144 mila dollari all’anno. Chi sarà il fortunato da riuscire a entrare nella NASA e nella storia?

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»