hamburger menu

I musei? Gratis anche 25 aprile, 2 giugno e 4 novembre. La proposta del ministro Sangiuliano

L'ipotesi del ministro della Cultura al question time, che aggiunge: "Potremmo valutare anche un sistema di carte agevolate per le città"

Pubblicato:16-11-2022 20:36
Ultimo aggiornamento:16-11-2022 20:38
Canale: Cultura
Autore:
musei gratis
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

REGGIO EMILIA – Musei aperti e gratuiti non solo la prima domenica di ogni mese (come avviene oggi) ma anche “in tre date simbolo della storia repubblicana: il 25 aprile, il 2 giugno e il 4 novembre“. È ‘l’intenzione del ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, espressa nel “question time” di oggi alla Camera in risposta ad un’interrogazione di “Noi Moderati”.

LEGGI ANCHE: La proposta di Sgarbi sui musei: “Aperti anche la notte e gratis”. Poi chiama Morgan

Dopo aver ricordato che allo stato attuale tutti i giovani dell’Unione europe fino a 18 anni non pagano (e fino a 25 anni pagano 2 euro), il ministro commenta: “Secondo me rendendo del tutto gratuito un museo si svilisce il valore dei beni che vengono conservati”. Tuttavia, “ricordando che su dati prepandemia i musei rendevano allo Stato 242 milioni di euro l’anno, e quindi poi rendendoli gratuiti si dovrebbe trovare questa somma, noi potremmo valutare un sistema di carte agevolate in accordo con gli enti locali“. Per fare in modo ad esempio, “che chi è residente in un Comune, pagando un prezzo complessivo, possa girare tutti i musei della sua città”, conclude il ministro.

LEGGI ANCHE: Sangiuliano: “Ipotesi nuovi concorsi per il personale nei musei”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-11-16T20:38:44+01:00