hamburger menu

Rocco Siffredi shock: “Ho chiesto a Dio di farmi morire”. E dice basta alla carriera di attore hard

Intervistato da Francesca Fagnani nella trasmissione 'Belve', la stella del cinema a luci rosse racconta la sua dipendenza dal sesso

Pubblicato:16-11-2022 14:02
Ultimo aggiornamento:16-11-2022 14:02
Canale: Spettacolo
Autore:
rocco_siffredi
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Una vera e propria confessione a cuore aperto: così si può riassumere l’intervista di Rocco Siffredi alla trasmissione ‘Belve’ di Rai 2, condotta da Francesca Fagnani. La stella del cinema hard ha parlato della sua dipendenza dal sesso, ammettendo tra le lacrime: “Ho paura che non ne sarò mai completamente fuori”.

“Ha detto di essere arrivato a pensare di castrarsi e a chiedere aiuto a Dio: cosa gli chiedeva in quei momenti?”, ha domandato Fagnani. E Siffredi non si è sottratto alla questione: “Di farmi morire, semplicemente. Questo periodo di dipendenza è durato tanto“, ha detto con voce sofferente.

SIFFREDI E I RAPPORTI OMOSESSUALI

Interrogato dalla conduttrice, Siffredi ha svelato di aver avuto rapporti sessuali con almeno mille prostitute in un anno. Ma non solo donne: “C’erano anche uomini e trans. Uscivo, non trovavo una prostituta e andavo con un prostituto, era tutto uguale”.

ROCCO SIFFREDI: “SMETTO DI RECITARE IN FILM HARD”

Nel corso di ‘Belve’, Rocco Siffredi ha anche annunciato la sua decisione di dire basta con la carriera di attore hard. Una scelta che aveva tentato anche in passato, tornando però sui suoi passi. “Lo avevo già detto tre volte ma finalmente sembra che mi sono fermato. Non faccio più nulla davanti alla telecamera da un paio due mesi – ha dichiarato Siffredi, riferendosi al ruolo di regista che ha iniziato a svolgere negli ultimi anni -. Sono molto debole da quel punto di vista, ma sto bene e mi dirigo totalmente verso mia moglie. Sta funzionando”, ha detto divertito.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-11-16T14:02:52+01:00

Ti potrebbe interessare: