Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Le sardine ripartono da Marzabotto, reunion nel weekend

Il 19 e 20 novembre a Marzabotto si terrà una due giorni del movimento che nacque dalle piazze due anni fa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – A due anni dalla prima piazza di Bologna, le Sardine festeggiano il loro compleanno a Marzabotto, con una due giorni “in un luogo simbolo della resistenza, della pace e dell’antifascismo”. Sono le stesse 6.000 Sardine ad annunciarlo. Il 19 e 20 novembre sono attesi anche Gianfranco Pagliarulo, presidente dell’Anpi, la sindaca di Marzabotto Valentina Cuppi, che è anche presidente Pd, e alcuni consiglieri comunali di Bologna, tra cui Rita Monticelli, professoressa di Patrick Zaki. Si tratta, chiarisce il movimento, della prima “reunion” nazionale dopo la stagione delle piazze a cavallo tra il 2019 e il 2020, fortemente voluta dall’attuale comitato esecutivo del movimento.

LEGGI ANCHE: FOTO | Piazza Maggiore strapiena di ‘sardine’ anti Salvini: “Bologna non abbocca”

“L’ANNO SCORSO SIAMO STATI BLOCCATI DALLA SECONDA ONDATA”

“In realtà in questi due anni ci siamo visti spesso, ma sempre per fare, e concedendoci poco tempo per osservare e costruire”, afferma Giulia Trappoloni, fondatrice del movimento e responsabile della due giorni. “Dall’occupazione del Nazareno fino alle recenti candidature, passando per le campagne referendarie su cannabis, eutanasia e taglio dei parlamentari e per le tantissime iniziative locali portate avanti dai gruppi territoriali. Ora che la situazione sanitaria ce lo permette abbiamo finalmente l’opportunità di incontrarci e ragionare insieme”. Erano “pronti per ritrovarci l’anno scorso, ma la seconda ondata pandemica ci bloccò sul più bello. Ora possiamo festeggiare due anni di forte mobilitazione politica, riflettendo su un percorso a cui ad oggi si è aggiunto l’ultimo pezzo del puzzle: quello delle candidature”, aggiunge il neo-consigliere comunale Mattia Santori.

LEGGI ANCHE: Comunali Bologna, il leader delle Sardine Mattia Santori candidato nella lista del Pd

“Sarà importante- aggiunge il consigliere Pd- condividere anche l’esperienza consiliare e amministrativa di alcuni di noi, per spiegare che la politica non è fatta solo di retorica ma anche di pragmatismo e governo del territorio”. Gli attivisti da tutta Italia arriveranno nella giornata di venerdì, 19 novembre. Il sabato, prima dell’inizio dei lavori, si svolgerà la visita ai luoghi dell’eccidio con i volontari della scuola di Pace di Montesole, dopodiché la giornata si concluderà con un incontro dal titolo “L’antifascismo come costante, la politica come strumento”, con Gianfranco Pagliarulo, Valentina Cuppi, Rita Monticelli, Patrizia Dogliani (professoressa di Storia Contemporanea ed esperta di resistenza), Simone Santoro (Presidente Ugei), Rita Carlo Figliomeni (Anpi, Unibo).
Nella giornata conclusiva di domenica è prevista l’assemblea nazionale “per riflettere sull’attuale panorama politico- sottolinea il movimento- e sul ruolo che le sardine vogliono rivestire in futuro”.

LEGGI ANCHE: Le Sardine senza piazza ripartono dagli orti: “Pure questa è politica”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»