‘Doc – Nelle tue mani’, il 19 novembre l’ultima puntata: le anticipazioni

La prima stagione della serie tv, ispirata alla storia vera del medico Pierdante Piccioni, ha registrato ascolti da record
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Volge al termine la prima stagione di ‘Doc – Nelle tue mani’, Il medical drama ispirato alla storia vera del medico Pierdante Piccioni, che ha perso 12 anni della sua memoria, ha stregato il pubblico italiano, realizzando ascolti da record. Nulla ha potuto neanche Harry Potter, ‘schierato’ da Mediaset la settimana scorsa per combattere la guerra degli ascolti. Il primo film con protagonista il piccolo mago ha totalizzato un buon risultato (nonostante l’intera maratona fosse andata in onda già a marzo durante il lockdown) ma ben lontano da quello realizzato dal medico interpretato da Luca Argentero: sono stati 2.476.000 (13,1%) gli spettatori che si sono sintonizzati il 12 novembre su Canale 5 per vedere Harry Potter e la Pietra Filosofale , mentre per ‘Doc – Nelle tue mani’ parliamo di  7.640.000 pari al 28% di share. 

LEGGI ANCHE: 

VIDEO | Le nuove puntate di ‘Doc’, Argentero: “Avrete le risposte alle domande in sospeso”

Harry Potter sfida Doc: la sfida del giovedì

COSA ACCADRÀ NELL’ULTIMA PUNTATA DI ‘DOC – NELLE TUE MANI’

Nell’ultima puntata di ‘Doc – Nelle tue mani’, che andrà in onda in prima sera giovedì 19 novembre su Rai 1, tutti i nodi vengono al pettine. Mentre le condizioni di Agnese peggiorano rapidamente, Andrea trova l’appoggio di tutto il reparto per cercare di scoprire la malattia di cui soffre. Ma le accuse di un suo coinvolgimento nella falsificazione dei dati sulla sperimentazione farmaceutica del Satonal, che gli vengono mosse, rischiano di allontanarlo dall’ospedale definitivamente. Riuscirà Andrea a dimostrare la sua innocenza?

LEGGI ANCHE: ‘Doc – Nelle tue mani’, cosa è successo nella penultima puntata

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

16 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»