Coronavirus, De Luca: “Da Di Maio cose ignobili, Conte ha il dovere di intervenire”

Il presidente della Campania accusa il ministro degli esteri di fare "sciacallaggio" alimentando un "filone sotterraneo di razzismo antimeridionale"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Di Maio ha detto cose ignobili e il presidente del Consiglio ha il dovere di intervenire“. Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, lo dice a Che tempo che fa su Rai3.

“Mentre io dicevo che il contagio era dietro l’angolo”, dice De Luca, “ci si è illusi che si potesse controllare la situazione”. Ora, però, “dobbiamo dare una grande prova di unità nazionale, a condizione che il governo si metta nella condizione di essere aiutato- prosegue il presidente della Regione Campania- se ci sono ministri che si mettono a fare sciacallaggio, il presidente del Consiglio deve richiamare i ministri all’onestà intellettuale”, ministri che si sono espressi “sulla base della più completa ignoranza”.

Ciò detto, prosegue De Luca, “dobbiamo oggi collaborare con il governo a condizione che ognuno faccia il proprio dovere”, di fronte a un “filone sotterraneo di razzismo antimeridionale” con “un esponente che campano ha dato mano allo scicallaggio”, mentre “qualche amministratore di Napoli ha dato una mano non avendo mai fatto niente per la sua città”, con il riferimento che è al Sindaco Luigi De Magistris.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

16 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»