Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

I no green pass tornano a sfilare a Bologna e bloccano i viali

manifestazione no green pass bologna
Alla manifestazione oltre un migliaio di persone, tra cui Gian Marco Capitani, che ieri aveva attaccato la senatrice a vita Liliana Segre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Tornano a sfilare per le strade del centro di Bologna, dopo il raduno di ieri, i no green pass, con fischietti e tricolori in testa al corteo. La manifestazione è rapidamente cresciuta, probabilmente oltre il migliaio di persone, e al grido di “La gente come noi non molla mai” sta sfilando nella T chiusa al traffico verso le due torri. C’è anche Gian Marco Capitani, finito al centro di una bufera per le sue parole nei confronti della senatrice Liliana Segre. “Quello che dovevo dire l’ho già detto”, glissa a chi lo interpella in proposito. “Se c’è un tentativo di criminalizzare il movimento? Sicuramente”.

LEGGI ANCHE: A Bologna un 81enne affronta il corteo di ‘No green pass’: “Sono vivo perché vaccinato”

Il corteo no Green pass a Bologna, cresciuto ulteriormente come numeri, sta ora sfilando sui viali, col traffico bloccato dai vigili al loro passaggio. Il corteo è preceduto e chiuso da diversi cellulari delle forze dell’ordine. Da porta Mazzini il serpentone si dirige verso porta Santo Stefano, dove in base al percorso previsto rientrerà in centro storico. “Questo è un corteo pacifico, i violenti sono a Roma”, è uno dei refrain del corteo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»