Coronavirus, 10.010 contagi con meno tamponi. I morti sono 55, crescono le terapie intensive

In Campania occupati 67 posti di terapia intensiva su 110 posti disponibili
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Sono 10.010 i nuovi casi registrati oggi in Italia, contro gli 8.804 contagiati registrati ieri. In calo il numero dei tamponi che oggi sono 150.377, 12mila meno di ieri. Diminuiscono i decessi, 55 oggi (ieri erano 83), per un totale di 36.427. Crescono le terapie intensive, +52 (ieri +47), arrivando a un totale di 638. Questi i dati che emergono dal bollettino del ministero della Salute di oggi.

LOMBARDIA, 2.419 POSITIVI SU 30.587 TAMPONI (7,9%)

In Lombardia oggi sono 2.419 i nuovi positivi (di cui 191 ‘debolmente positivi’ e 21 a seguito di test sierologico) con 30.587 tamponi effettuati, per una percentuale pari al 7,9%. Scendono le terapie intensive (-1), mentre aumentano i ricoveri ordinari (+108). Sette i decessi nelle ultime 24 ore e 334 i guariti/dimessi. La provincia piu’ colpita rimane quella di Milano con 1.319 nuovi contagi (604 a Milano citta’). Seguono Como (190), Monza e Brianza (183), Varese (158), Pavia (120), Brescia (105), Lecco (64), Lodi (55), Bergamo (38), Cremona (32), Mantova (31), Sondrio (16).

NEL LAZIO 795 NUOVI CASI (342 A ROMA) E 5 DECESSI

“Su quasi 20mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 795 casi positivi, 5 i decessi e 78 i guariti”. E’ quanto afferma l’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato, aggiungendo che “siamo ad un livello arancione, temo il peggioramento della situazione. Salgono i casi testati e salgono i positivi. Su Roma partono altri quattro drive-in: Arco di Travertino (gia’ attivo), Tor di Quinto (domani) e presto Ponte Mammolo e Cecchignola”.

Per quanto riguarda i dati, nella Asl Roma 1 sono 137 i casi e si tratta di centoventidue i casi isolati a domicilio e quindici da ricovero. Si registrano tre decessi di 73, 74 e 82 anni con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 154 i casi e si tratta di quaranta casi con link familiare o contatto di un caso gia’ noto e dieci i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl Roma 3 sono 51 i casi e si tratta di trentuno casi con link familiare o contatto di un caso gia’ noto. Nella Asl Roma 4 sono 52 i casi e si tratta di ventinove casi con link familiare o contatto di un caso gia’ noto. Nella Asl Roma 5 sono 52 i casi e si tratta di tredici casi con link familiari o contatto di un caso gia’ noto. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione e diciannove i casi con link al Nomentana Hospital dove e’ in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 6 sono 70 i casi e si tratta di venti casi con link familiare o contatto di un caso gia’ noto. Si registrano due decessi di 67 e 82 anni con patologie.

Nelle province si registrano 279 casi e zero decessi. Nella Asl di Latina sono quarantanove i nuovi casi e di questi trentanove sono con link familiare o contatto di un caso gia’ noto e un caso con link ad una palestra dove e’ in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl di Frosinone si registrano cento nuovi casi e il dato tiene conto di circa sessanta recuperi di notifiche arretrate. Nella Asl di Viterbo si registrano ottanta nuovi i casi e si tratta di quarantasei casi con link familiare o contatto di un caso noto e tre i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl di Rieti si registrano cinquanta nuovi casi e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso gia’ noto”.

CAMPANIA, SU 1.261 POSITIVI 68 CON SINTOMI. OGGI 3 DECESSI

 Su 1.261 casi positivita’ registrati oggi in Campania ci sono 1.193 asintomatici, mentre sono 68 le persone che presentano sintomi. I tamponi effettuati in Campania sono 14.222. Lo comunica l’unita’ di crisi regionale. Nelle ultime 24 ore ci sono anche tre deceduti e 148 guariti. Il totale dei casi di Covid-19 segnalati in Campania dall’inizio dell’emergenza sale a 23.033 su 737.227. Sono 499 le persone decedute, 8.180 quelle guarite.

In Campania su 110 posti complessivi di terapia intensiva, ne sono occupati 67, uno piu’ di ieri. Pertanto, ne restano liberi 43. Sono, invece, 786 (24 piu’ di ieri) i posti letto di degenza occupati su 820 complessivi. Quelli attualmente disponibili sono 34. E’ quanto riporta il report dei posti letto su base regionale diffuso dall’unita’ di crisi della Campania.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, De Luca chiude i locali senza posti a sedere. “E per Halloween coprifuoco alle 22”

IN TOSCANA CONTAGI CORRONO: OGGI 755, E 2 MORTI

In Toscana nuova impennata di casi di Coronavirus: 755 in 24 ore. Con due decessi e 144 guariti. È quanto riporta il bollettino giornaliero trasmesso dalla Regione alla protezione civile nazionale. Il deciso aumento rispetto ai giorni scorsi dei contagi arriva a fronte di un numero dei tamponi che aumenta, ma non in misura altrettanto marcata: oggi ne sono stati analizzati, viene riferito della Regione, 11.500.

L’espansione dei contagi si riflette in parte anche sulla situazione ospedaliera. Oggi i ricoverati in area Covid sono in tutto 359 (+37 in un giorno), di cui 51 in terapia intensiva (+5). Dall’inizio dell’emergenza, dunque, salgono a 21.017 i contagiati, a 11.315 i guariti e a 1.187 i deceduti.

Molto alto anche l’aumento dei malati con sintomi lievi in quarantena (8.156, +572). Cresce, ma in misura minore anche il dato delle persone poste in sorveglianza attiva a seguito di contatti con casi infetti (16.211, +252 rispetto a ieri), secondo quanto raccolto in fase di monitoraggio dalle aziende sanitarie.

IN ABRUZZO 178 CONTAGI, 89 SOLO A L’AQUILA

Sono 178 i contagi da Covid-19 registrati oggi in Abruzzo e risultati dai 3.668 tamponi eseguiti. Un numero che porta il totale dei casi, da inizio emergenza, a 5.825 (il totale risulta inferiore di una unita’ perche’ e’ stato sottratto un caso, comunicato nei giorni scorsi, risultato in carico ad altra Regione).

I positivi di oggi hanno un’eta’ compresa tra 1 anno e 92 anni con i giovani al di sotto dei 19 anni che sono, complessivamente, 27: 17 in provincia dell’Aquila, 5 in provincia di Pescara, 2 in provincia di Chieti e 3 in provincia di Teramo. Questi alcuni dei numeri del bollettino quotidiano diffuso dall’assessorato alla Sanita’ che oggi non registra fortunatamente alcun decesso con il totale che resta fermo a 491.

In terapia intensiva, invece, c’e’ un paziente in piu’ per un totale di 11 persone; in ospedale sono ricoverati in 167 (+8 rispetto a ieri), mentre sono 1.972 (+148 rispetto a ieri) i pazienti che si trovano in isolamento domiciliare. Le guarigioni/dimissioni salgono a 3.174 (+10).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 2.160 (+167 rispetto a ieri) Del totale dei casi positivi registrati da inizio emergenza, 1.172 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+89 rispetto a ieri), 1.290 in provincia di Chieti (+32), 2.142 in provincia di Pescara (+15), 1.131 in provincia di Teramo (+36), 43 fuori regione (-1) e 47 (+6) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 237.943 test.

PUGLIA, 313 NUOVI CASI E 5 DECESSI

Sono 313 i nuovi casi di contagio da coronavirus registrati in Puglia nelle ultime 24 ore su 5582 test processati. È quanto si legge nel report diffuso dalla task force regionale che sta gestendo l’emergenza sanitaria. I decessi causati dal virus sono cinque: 2 in provincia di Bari e uno in ognuna delle zone di Taranto, Lecce e Foggia. Il numero complessivo dei decessi sale a 630.

Dei nuovi positivi 162 sono stati rilevati in provincia di Bari, 8 in quella di Brindisi, 40 nella Bat, 45 in provincia di Foggia, 5 nel Salento, 52 in provincia di Taranto e uno e’ relativo a una provincia di residenza non nota. I positivi accertati sono 4673, 352 sono i ricoverati.

IMPENNATA DI RICOVERI NELLE MARCHE, +13 IN 24 ORE

Ben 13 ricoveri in piu’ nelle Marche a causa del Coronavirus, registrati nelle ultime 24 ore. Il servizio Sanita’ della Regione comunica che i contagi da inizio emergenza sono 9.133 (+115) di cui 6.387 dimessi/guariti (+25), 1.671 in isolamento domiciliare (+77) e 83 ricoverati (+13). Il totale dei casi positivi ad oggi nelle Marche ammonta dunque a 1.754.

Tra i ricoverati salgono a 10 i pazienti in terapia intensiva: quattro ad Ancona Torrette (+1), tre a Fermo (stazionari) e tre a Pesaro Marche Nord (stazionari). Sempre a Pesaro oggi si registra un ricovero in aree semi intensive. Sono 72 infine i ricoverati in reparti non intensivi di cui 27 al Torrette, uno all’ospedale pediatrico Salesi di Ancona, 13 a Marche Nord di cui una in Ostetricia e 31 all’ospedale di Fermo.

I pazienti che non necessitano di ospedalizzazione ospitati nella Rsa di Campofilone di Fermo salgono a 31, mentre dei 115 nuovi casi positivi odierni 28 sono stati rilevati in provincia di Ascoli Piceno dove i contagi salgono a 920, 50 ad Ancona (2.361), 17 a Macerata (1.534), 17 a Fermo (760), due a Pesaro Urbino (3.226) e uno fuori regione (332). Si arresta invece l’incremento dei casi/contatti in isolamento domiciliare. Oggi sono 5.712, uno in piu’ rispetto a ieri, tra cui 112 operatori sanitari: 1.841 in provincia di Ancona (+125), 973 a Pesaro Urbino (-58), 1.351 a Macerata (stazionari), 890 a Fermo (-35) e 657 ad Ascoli Piceno (-31).

IN SARDEGNA 133 NUOVI CASI E DUE VITTIME

Sono 5.603 i casi di positivita’ al coronavirus complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unita’ di crisi regionale si registrano 133 nuovi casi, 87 rilevati attraverso attivita’ di screening e 46 da sospetto diagnostico. Si registrano due decessi, una donna di 60 anni e un uomo di 62, entrambi residenti nell’area del Sud Sardegna. Le vittime sono in tutto 171.

Finora nell’isola sono stati eseguiti 223.779 tamponi con un incremento di 2.450 test rispetto all’ultimo aggiornamento. Sono invece 187 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+7 rispetto al dato di ieri), mentre e’ di 29 (+1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 2.879. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 2.432 (+68) pazienti guariti, piu’ altri 38 guariti clinicamente.

Sul territorio, dei 5.736 casi positivi complessivamente accertati, 904 (+23) sono stati rilevati nella Citta’ Metropolitana di Cagliari, 777 (+20) nel Sud Sardegna, 433 (+6) a Oristano, 890 (+36) a Nuoro, 2.732 (+48) a Sassari.

EMILIA-R. FA +544 CASI, BOOM DEI RICOVERI A BOLOGNA

L’Emilia-Romagna sale oggi a 544 nuovi casi di Covid-19, su 13.563 tamponi eseguiti. Con un decesso, una donna di 95 anni in provincia di Piacenza. I casi attivi superano quota 8.000: sono ora 8.033, 512 in piu’ di quelli registrati ieri. Salgono anche le persone isolate a casa, 7.568(+488 rispetto a ieri), ma soprattutto salgono ancora i pazienti in terapia intensiva, 61 (+12 rispetto a ieri) e negli altri reparti Covid, 404 (+12 sempre da ieri). La crescita delle terapie intensive e’ quasi tutta concentrata a Bologna, che con 11 ricoveri in piu’ arriva ad un totale di 27, mentre Ferrara sale a tre (+2). Dei nuovi positivi sono 252 gli asintomatici, mentre 169 persone erano gia’ in isolamento al momento del tampone e 212 sono state individuate nell’ambito di focolai gia’ noti. L’eta’ media dei nuovi positivi di oggi e’ 38 anni.

Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri piu’ elevati si registrano in quelle di Bologna (110), Reggio Emilia (77), Piacenza (61), Modena (58), Parma (58), Rimini (56), Ferrara (45), a Forli’ (34), Ravenna (23), a Cesena (11). A Bologna sono 110 i nuovi casi (53 sintomatici e 57 asintomatici). Dei 110 nuovi casi, 45 sono riconducibili a focolai individuati (prevalentemente familiari, amicali, per frequenza di luoghi pubblici, scuole, luoghi di lavoro, feste private) e 65 sono sporadici. Sul numero complessivo, un caso risulta importato dall’estero (Polonia) e tr da altre regioni italiane.

In provincia di Reggio Emilia, su 77 nuovi casi positivi – di cui 13 asintomatici – 34 sono riconducibili a focolai familiari, sette provengono da focolai in ambito lavorativo; sei da focolaio amicale e nove da focolaio scolastico; 19 sono considerati sporadici; un caso e’ stato importato dall’estero (Belgio) e un caso proviene un focolaio in una struttura per anziani.

In provincia di Piacenza sono 61 i nuovi positivi, di cui 22 sintomatici: 32 individuati con il contact tracing; sei a seguito di segnalazione da parte del medico di famiglia; sei individuati in ambito scolastico e uno in ambito lavorativo; uno per accesso al Pronto soccorso; sei per screening effettuati nelle Cra; due individuati con test pre-ricovero. Infine, tre persone erano rientrate dall’estero (Egitto, Nigeria, Bulgaria), due per test a seguito dell’insorgenza di sintomi e due per i quali non e’ ancora nota l’origine del contagio.

In provincia di Modena sono 58i nuovi positivi, di cui 25 asintomatici. Nel dettaglio: 22 sono riconducibili a contatti di casi noti, legati a diversi focolai; due individuati con test pre-ricovero nove sono risultati positivi dallo screening effettuato in ambito lavorativo e scolastico; infine, 25 sono casi sporadici per i quali e’ in corso la ricerca epidemiologica.

Dei 58 nuovi casi a Parma e provincia – di cui 38 asintomatici – 10 sono stati rilevati nell’ambito dell’attivita’ di contact tracing, 16 a seguito dell’insorgenza di sintomi; 31 a seguito di screening su determinate categorie (di cui 25 in ambito scolastico). Infine, una persona e’ risultata positiva al test eseguito in ricovero. I nuovi casi in provincia di Rimini sono 56, di cui 25 asintomatici. Nel dettaglio: 23 sono pazienti sporadici individuati per sintomatologia; 27 sono contatti con casi certi, la maggior parte dei quali famigliari e gia’ in isolamento al momento della diagnosi; due individuati con il test pre-ricovero per altra patologia, a cui si aggiungono tre casi riferiti a persone rientrate dall’estero (Albania, Romania e Ucraina). Un ulteriore caso individuato attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione.

In provincia di Ferrara sono 45 i nuovi positivi, di cui 24 asintomatici: 20 sono stati individuati in quanto contatti di casi noti (riconducibili a un focolaio scolastico e uno amicale); 10 sintomatici richiamati dal medico di famiglia; quattro casi riferiti a persone rientrate dall’ester; tre individuati con test pre-ricovero; 8 riconducibili a test nelle Cra. A Forli’ si registrano 34 casi, di cui 22 sintomatici. 23 sono risultati positivi per contatti con focolai gia’ noti e due per contatti con un famigliare positivo; due sono risultati positivi a seguito di rientro dall’estero (Costa d’Avorio e Marocco). Un altro caso in ambito scolastico; due casi in ambito sanitario: uno individuato con test pre-intervento e uno in ricovero; uno a seguito di tampone richiesto dal pediatra di famiglia e quattro dal medico di medicina generale a seguito dell’insorgenza di sintomi; infine, 2 per accesso spontaneo a laboratorio privato.

A Ravenna e provincia sono 23 i nuovi casi registrati, di cui 15 asintomatici. Cinque classificati come sporadici per sintomi, di cui due per contatti fuori regione; 12 casi sono stati individuati per contact tracing, in maggioranza rilevati in ambito famigliare; uno per accesso spontaneo a laboratorio privato; due per test pre-ricovero per altra patologia e 1 per screening professionale; due sono risultati positivi a seguito di rientro dall’estero (Moldavia e Albania). Infine, sono 11 i nuovi casi accertati a Cesena, quattro dei quali asintomatici. Sette sono stati individuati con il contact tracing su casi gia’ accertati, prevalentemente in ambito familiare e amicale e quattro, considerati sporadici, accertati dopo aver sviluppato sintomi.

BASILICATA, CRESCONO CONTAGI: 74 POSITIVI SU 1.116 TAMPONI

Sono 74 i tamponi positivi al covid in Basilicata su 1.116 tamponi analizzati ieri 15 ottobre, di cui 17 afferenti a cittadini pugliesi che si trovano in isolamento in Puglia. Dei 57 lucani positivi, 9 sono residenti a Matera, uno a Policoro, 4 a Calciano, 5 a Miglionico, 7 a Tricarico, uno a Campomaggiore, 3 a Pomarico, 3 a Nova Siri di cui 2 in isolamento a Matera, uno a Grottole, 3 a Ferrandina, uno a Lavello, uno a Venosa, uno residente nel Lazio e in isolamento a Noepoli, 2 a Roccanova, uno a Castelmezzano, 9 a Potenza, uno a Pescopagano, uno a Tito, uno a Baragiano, uno ad Aliano e una persona residente in Calabria e in isolamento a Potenza. Si tratta del dato giornaliero piu’ alto fin qui registrato.

Nella giornata di ieri e’ deceduto un nuovo anziano della casa di riposo di Marsicovetere che fa salire il numero delle vittime lucane a 38 e sono guarite 12 persone. I lucani attualmente positivi sono 482, di cui 448 in isolamento domiciliare. Sono 469 i guariti e 37 i ricoverati nelle strutture ospedaliere: al San Carlo di Potenza 15 persone, tra cui un guarito in attesa di dimissioni, sono ricoverate nel reparto di malattie infettive, 12 in pneumologia, 2 in medicina d’urgenza, una campana nel reparto di ostetricia e 2 in pediatria; a Matera 5 persone, tra cui una guarita in attesa di dimissioni, si trovano nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Madonna delle Grazie. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 86.551 tamponi, di cui 85.325 sono risultati negativi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

16 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»