fbpx

Tg Lazio, edizione del 16 ottobre 2020

CORONAVIRUS, SPALLANZANI ACCETTERÀ SOLO PAZIENTI COVID

A partire da oggi l’Istituto Spallanzani di Roma accettera’ solo pazienti Covid. La decisione è stata presa per garantire la disponibilità dei posti letto per l’emergenza. Soltanto oggi si è registrato un aumento di 18 pazienti Covid ricoverati. E mentre gli ospedali si stanno velocemente riempiendo, costringendo a rimodulare i posti letto, continuano le lunghe file nei drive-in per effettuare il tampone. Domani sarà attiva una nuova postazione a Tor di Quinto, ma la Regione Lazio a breve farà partire un sistema di prenotazioni online che da subito interesserà i drive-in più intasati: Santa Maria della Pietà, il Centro Carni di via Togliatti e Casal Bernocchi.

OMICIDIO SACCHI, ANASTASIYA: NESSUNA RELAZIONE TRA ME E PRINCI

“Tra me e Giovanni Princi non c’è mai stato niente. Ero attaccatissima al mio fidanzato. La mia vita era con lui”. Questa la dichiarazione spontanea rilasciata da Anastasiya kylemnyk, al termine dell’udienza nel processo per la morte di Luca Sacchi, il personal trainer ucciso con un colpo di pistola la notte tra il 23 e il 24 ottobre dello scorso anno davanti a un pub a Colli Albani. La giovane è imputata per violazione della legge sulla droga, ma anche parte civile. Anastasiya ha chiesto di parlare dopo la deposizione dei genitori di Luca Sacchi, durante la quale la madre di Luca ha riferito di aver visto sguardi di intesa, durante una vacanza, tra Princi, amico di Luca, e la fidanzata della vittima.

AMBULANTI-URTISTI EBREI CONTESTANO RAGGI: RIDOTTI ALLA FAME

Ambulanti e urtisti, per lo più appartenenti a famiglie di origine ebraica, hanno protestato questa mattina contro la sindaca di Roma, Virginia Raggi, “per il suo accanimento nei confronti della nostra categoria”, hanno spiegato i manifestanti. Al centro della mobilitazione, che ha richiesto l’intervento della Polizia per placare le tensioni, le delocalizzazioni di bancarelle e venditori di souvenir fuori dal Centro storico. “Grazie alla Raggi siamo alla fame, dipendiamo totalmente dagli enti assistenziali della comunità ebraica- hanno aggiunto i manifetsanti- Rivogliamo la nostra dignità e il nostro lavoro”.

AL GHETTO DI ROMA CERIMONIA PER ANNIVERSARIO RASTRELLAMENTO

Tre corone d’alloro di fronte alla Sinagoga e al portico d’Ottavia per ricordare il 77esimo anniversario della razzia del Ghetto e della deportazione dei cittadini romani di religione ebraica. A deporle sono stati la sindaca di Roma, Virginia Raggi, e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, alla presenza dei vertici della Comunità ebraica. “Il 16 ottobre- ha ricordato Raggi – rimane una data sempre nella nostra memoria anche se quest’anno si celebra con regole diverse. E’ importante ritrovarsi e non perdere la memoria di quello che è stato. Lo facciamo non solo per noi stessi ma per i giovani”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

16 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»