Leonardo, il Tar respinge il ricorso di Italia Nostra: sì al prestito dell’Uomo Vitruviano al Louvre

Franceschini: "L'Uomo Vitruviano al Louvre? Accordo tra musei"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Tar del Veneto ha respinto il ricorso di Italia Nostra contro il prestito dell’Uomo Vitruviano. L’Uomo Vitruviano può dunque volare al Louvre di Parigi, secondo i giudici amministrativi, è legittimo tutto il Memorandum stipulato tra Italia e Francia per lo scambio di opere di Leonardo e Raffaello. “E’ un atto tipico del diritto internazionale” che “non costituisce di per sé un vincolo per l’azione amministrativa”, spiega il Tar nel provvedimento con cui respinge il ricorso presentato da Italia Nostra.

FRANCESCHINI: UOMO VITRUVIANO AL LOUVRE? ACCORDO TRA MUSEI

“Il prestito dell’Uomo Vitruviano al Louvre nasce da un accordo con Parigi in occasione del 500esimo anniversario di Leonardo e Raffaello, in cui si era stabilito di prestarsi delle opere. Ma quali possano essere le opere in questione è una scelta che hanno fatto i rispettivi musei”. Lo ha detto il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini ai microfoni de L’Aria che tira a La7. “Il tutto poi è stato bloccato dal Tar- ha aggiunto il ministro- e non è la prima volta che mi capita, in precedenza mi sono imbattuto in ben 14 giudizi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»