Studenti lucani in marcia per la cultura e per promuovere stili di vita più sani

Protagonisti di questo viaggio emozionale sono stati i giovani e le scuole di tutti i 131 comuni della Basilicata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – Torna in Basilicata la Marcia per la cultura, nata dall’accordo di programma sottoscritto da Regione Basilicata, ufficio della consigliera regionale di parità della Basilicata, Unicef, direzione scolastica regionale, associazione Comuni italiani, Unpli Pro Loco, garante dell’infanzia e oltre 40 partners.

Protagonisti sono i giovani e la scuola “per promuovere stili di vita più sani, corretti e armoniosi – spiegano gli organizzatori – e diffondere un modello di sviluppo economico etico sostenibile, incentrato sulla valorizzazione del patrimonio culturale”. Iniziative e incontri sono previsti in un viaggio contemporaneo alla scoperta di tutti i 131 paesi lucani, “un patrimonio di inestimabile bellezza che aspetta solo di essere valorizzato, su cui puntare per fermare lo spopolamento e l’emigrazione giovanile e creare nuove opportunità occupazionali”.

L’accordo di programma, per l’anno scolastico 2019-2020, prevede laboratori emozionali e la creazione di un video-art degli itinerari emozionali realizzati dagli alunni, “attraverso i quali potranno raccontare le bellezze del proprio borgo e valorizzarne la storia e le tradizioni”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»