hamburger menu

Tamponato in moto, a Imola muore chirurgo di 41 anni: arrestato l’automobilista che lo ha travolto

L'uomo è risultato positivo all'alcol test

Pubblicato:16-09-2023 16:46
Ultimo aggiornamento:16-09-2023 16:48
Canale: Cronaca
Autore:
antonio vilardi foto facebook usl imola
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Imola hanno arrestato un 24enne imolese per omicidio stradale, dopo l’incidente in cui, intorno alle 3.20 di questa notte, ha perso la vita il chirurgo 41enne Antonio Vilardi. L’incidente, precisano i militari, è avvenuto “all’altezza del semaforo tra viale Francesco d’Agostino e via Salvo D’Acquisto”.

Giunti sul posto, i Carabinieri “hanno verificato che un motociclista in sella a una Ducati Monster era deceduto dopo essere stato tamponato violentemente da una Mazda CX-30, che lo aveva travolto e trascinato per oltre 200 metri”. I sanitari del 118 hanno soccorso il motociclista, tentando di rianimarlo per un’ora, ma alla fine hanno dovuto constatarne il decesso. L’automobilista, risultato positivo all’alcol test con un valore di 1,21, è stato arrestato e trattenuto, in attesa del trasferimento in carcere, su disposizione della Procura di Bologna.

IL RICORDO DELL’AZIENDA USL DI IMOLA

La morte prematura e tragica del dottor Vilardi ha suscitato la commozione anche dell’azienda Usl di Imola, che così lo ricorda su facebook: “Un post che non avremmo mai voluto fare. La drammatica notizia della scomparsa del dr. Antonio Vilardi in un incidente stradale avvenuto ad Imola la notte scorsa, ha sconvolto oggi tutta la nostra comunità professionale. Il dr. Vilardi, 41 anni, lavorava all’Ospedale di Imola da 9 anni, medico ortopedico “superspecializzato” in patologie ortopediche dell’arto superiore, molto stimato professionalmente ed estremamente benvoluto dai colleghi e dai pazienti per il suo carattere cordiale ed affabile e per la sua profonda umanità. Tutta l’Azienda USL di Imola si stringe intorno alla famiglia del collega. Ciao Antonio”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-09-16T16:48:49+02:00